Enasarco, al via da Milano la campagna elettorale di Assonova

A
A
A
di Maria Paulucci 4 Marzo 2016 | 09:51
Amadori (Assonova): “Serve un cambio di passo nella gestione dell’ente: diminuire i compensi del cda e rafforzare il welfare a favore degli iscritti”.
AL VIA LA CAMPAGNA ELETTORALE – Si apre ufficialmente a Milano la campagna elettorale della lista “Adesso Basta” per il rinnovo dei vertici di Enasarco, la cassa di previdenza e assistenza a cui sono iscritti oltre 240mila tra agenti di commercio e promotori finanziari. Venerdì 4 marzo, presso l’Nh Machiavelli Hotel, si presentano infatti i candidati della lista presieduta da Luca Matrigiani e sostenuta da Assonova, Federagenti, Ugl Terziario, Fiaip, Simedia e Ugifai (qui la notizia precedente). “È necessario un cambio di passo nella gestione dell’ente per migliorare e aumentare i servizi a favore degli iscritti”, spiega Alessio Amadori (nella foto), presidente di Assonova, l’associazione della Fabi che rappresenta i promotori finanziari. “Come rivendicato fin dall’inizio dalla lista che noi sosteniamo, c’è bisogno che Enasarco adotti una governance più efficiente, riducendo i costi. Le risorse dell’ente devono essere usate non per alimentare le prebende dei consiglieri d’amministrazione ma per rafforzare il sistema di welfare a tutela degli iscritti, con l’introduzione del sussidio di disoccupazione per gli agenti che perdono il mandato non per loro responsabilità e nuove agevolazioni a favore di giovani, neolaureati e persone in mobilità. Insomma, serve una gestione trasparente e realmente attenta ai bisogni degli associati. Ci siamo schierati in prima linea a sostegno della lista ‘Adesso Basta’ perché pensiamo che questa possa rappresentare al meglio anche i legittimi interessi dei promotori finanziari, che sono ormai in crescita all’interno dell’ente”.
 

PORTABILITA’ DEI CONTRIBUTI – Le lista “Adesso Basta” propone l’introduzione del sussidio di disoccupazione per gli agenti che perdono il mandato per cause non loro, la nomina di un agente in attività o in pensione alla presidenza di Enasarco, la diminuzione dei compensi del consiglio d’amministrazione, l’introduzione di un sistema di agevolazioni per l’accesso alla professione dei giovani, dei neolaureati e delle persone in mobilità e la portabilità dei contributi Enasarco in altra gestione pensionistica qualora si perda il lavoro o si cambi professione. Gli iscritti di Enasarco dall’1 al 14 aprile saranno per la prima volta chiamati al voto diretto, eleggendo per via telematica l’assemblea dei delegati, che poi a sua volta procederà alla nomina del consiglio d’amministrazione dell’ente. Saranno ammessi al voto sia i singoli agenti sia i soci di società di persone e i legali rappresentanti di spa con mandato in corso all’8 settembre 2015. Quattro le liste in campo: oltre ad “Adesso Basta”, sostenuta da Assonova, la costola della Fabi che rappresenta oltre 5mila promotori finanziari, c’è la lista Filcams Cgil, la coalizione “Insieme per Enasarco” e la lista “Enasarco per il tuo welfare”. Nella partita del rinnovo dei vertici vogliono incidere anche i promotori finanziari, le cui iscrizioni all’ente di previdenza sono date in crescita nei prossimi anni. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ocf conferma le indiscrezioni: entrano Ascofind, Assonova e Nafop

Ocf, sul tavolo la rappresentatività

Xausa (Assonova): “Noi in Ocf subito”

NEWSLETTER
Iscriviti
X