Pf Awards 2016, viene dal mondo delle Bcc la medaglia d’oro nella Consulenza all’impresa

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 11 Marzo 2016 | 10:41
Per lo spazio dedicato ai consulenti premiati nell’ambito del PF Awards 2016, il focus di oggi è su Catia Pollarini, medaglia d’oro nella categoria Consulenza all’impresa

Per lo spazio dedicato ai PF Awards 2016 in collaborazione con PF-Professione Finanza, il focus odierno è su Catia Pollarini di Bcc Sala Cesenatico (nella foto), medaglia d’oro nella categoria Consulenza all’impresa.

L’IMPORTANZA DEL CONTATTO UMANO – “Il mondo della finanza mi ha sempre affascinato fin dai miei percorsi scolastici, poiché cercare di capire i fattori chiave che muovevano le economie e come andavano ad influenzare sulla vita quotidiana e coinvolgevano le scelte poi dei risparmatiori mi ha sempre incuriosito molto.Ho scelto di fare questo lavoro perché amo il contatto umano e volevo diventare il riferimento per i clienti supportandoli a trovare le soluzioni che permettersero loro di consolidare e far crescere i risparmi accantonati in molti casi con un duro lavoro e sacrificio”, racconta Pollarini. “Per questo ho iniziato studiando da promotore finanziario nel 1998 e conseguendo la certificazione Efpa nel 2004, inoltre ho sempre seguito percorsi formativi dedicati nel corso degli anni, per avere un aggiornamento costante perché i cambiamenti nei mercati finanziari avvengono quasi giornalmente ed un buon professionista deve essere sempre in grado di dare le risposte giuste e trovare le soluzioni adatte ai propri clienti. Nel corso del mio percorso professionale devo dire che non c’è stato un caso particolare a cui fare riferimento, il fatto che io cerco di svolgere il mio lavoro con passione fa sì che ogni cliente che si ritiene soddisfatto del lavoro svolto merita la mia attenzione come stimolo per continuare a migliorarmi. Nel mio lavoro quotidiano di consulenza cerco di prestare molta attenzione all’aspetto umano, psicologico e relazionale, mi attivo per offrire alla clientela risposte il più possibile chiare ed efficaci, in base alle esigenze espresse. Un altro fattore fondamentale che cerco molto di curare è la formazione per essere aggiornata su più livelli ed ampliare le competenze acquisite, rispetto a qualche anno fa infatti, nel momento in cui si pianificano delle scelte sugli investimenti, bisogna tener presente tanti altri aspetti come la situazione patrimoniale, famigliare ed eventualmente anche quella aziendale se si tratta di un imprenditore. Oggi un buon consulente deve avere una visione a 360° delle esigenze del proprio cliente, perché se vengono tralasciati fattori importanti come la consulenza previdenziale, fiscale e tutela del patrimonio si rischia si vanificare il raggiungimento dell’obiettivo finale. Uno dei pregi che apprezzo di più del mio lavoro è il fatto di poter avere una rete di relazioni molto ampia sia come clienti che come colleghi, ed è molto stimolante potermi confrontare costantemente con tanti colleghi”, commenta Pollarini.

SOLUZIONI PER TUTELARE IL PATRIMONIO – “Una consulenza specializzata all’impresa e all’imprenditore è importante perché consente di mettere in atto soluzioni volte a tutelare il patrimonio aziendale ed in molti casi trattandosi di piccole e medie imprese, le problematiche aziendali si intrecciano con le esigenze personali per cui è importante affidarsi ad un professionista, che sia in grado di elaborare le soluzioni più efficaci.Ho deciso di scegliere questa tematica in quanto ritengo sia importante aiutare le imprese nel garantire la continuità aziendale soprattutto nelle fasi congiunturali più delicate”, conclude Pollarini.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pf Awards 2016, viene dal mondo delle Bcc la medaglia d’argento nella Tutela patrimoniale

Pf Awards 2016, viene dalle Bcc la medaglia d’argento nella Consulenza fiscale alla famiglia

NEWSLETTER
Iscriviti
X