Banca delle Marche, altri sequestri a Bianconi

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 30 Marzo 2016 | 07:20
La procura di Ancona requisisce polizze per 3,5 milioni, con l’ipotesi di corruzione tra privati

SEQUESTRO MILIONARIO – Un altro provvedimento di sequestro per i vertici di Banca delle Marche. Il nucleo valutario della Guardia di Finanza di Ancona ha ordinato il blocco di 3,5 milioni di euro della famiglia dell’ex direttore generale, Massimo Bianconi. In particolare, sono finite sotto sequestro alcune polizze assicurative milionarie intestate alla moglie di Bianconi e depositate presso una filiale Credit Suisse di Milano , per una vicenda parallela alle indagini principale su Banca delle Marche, istituto finito in dissesto alla fine del 2015. Questa volta, l’ipotesi di reato è corruzione tra privati. Secondo gli inquirenti, Bianconi avrebbe acquistato due appartamenti a prezzi irrisori nel quartiere Parioli di Roma, da due imprenditori: Vittorio Casale e Davide Degennaro. In cambio di questa operazione, per la quale sarebbe stata usata una società-veicolo intestata alla moglie di Bianconi, i due imprenditori avrebbero beneficiato di linee di finanziamento da parte di Banca delle Marche, pur non avendo i relativi meriti di credito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Etruria e le altre, maxi-taglio al personale

Il Decreto Banche è legge

Decreto Banche, oggi il via libera definitivo

NEWSLETTER
Iscriviti
X