Pf Awards 2016, è di Banca Generali la medaglia d’oro nella Pianificazione successoria

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 5 Aprile 2016 | 09:32
Per lo spazio dedicato ai consulenti premiati nell’ambito del PF Awards 2016, il focus di oggi è su Alessandro Cardia, medaglia d’oro nella categoria Pianificazione successoria.

Per lo spazio dedicato ai PF Awards 2016 in collaborazione con PF-Professione Finanza, il focus odierno è su Alessandro Cardia di Banca Generali (nella foto), medaglia d’oro nella categoria Pianificazione successoria. 

NON CONTANO SOLO I RENDIMENTI – “La passione per i mercati finanziari nasce ai tempi della scuola, periodo in cui mi dilettavo a simulare investimenti in strumenti finanziari per poi seguirne l’evoluzione nel tempo acquistando giornali e verificando in questo modo gli andamenti dal momento che all’epoca internet non era ancora di dominio pubblico”, racconta Cardia, che in questa edizione del Pf Awards ha già vinto nella categoria Tutela patrimoniale (leggi qui). “La mia attività di gestione di patrimoni reali inizia nel 2001 come promotore finanziario junior. Nei primi anni di lavoro ho consolidato le mie competenze nella costruzione di portafogli e nella gestione del rischio degli strumenti finanziari per poi specializzarmi in altri settori fondamentali per la gestione complessiva del patrimonio familiare. E’ evidente come nell’ultimo decennio le esigenze primarie nella pianificazione patrimoniale si siano ampliate, non si ragiona più solo sulle percentuali di rendimento ma gli aspetti più importanti sono diventati altri: l’ottimizzazione fiscale, la pianificazione del passaggio generazionale per evitare il conflitto tra eredi e rendere fiscalmente meno gravoso il trasferimento dei beni e la protezione sia del patrimonio finanziario che immobiliare da eventuali aggressioni esterne. Per queste ragioni nel mio percorso professionale ho approfondito la formazione e l’esperienza nel campo della consulenza previdenziale per poi specializzarmi nei settori della tutela patrimoniale e pianificazione successoria, settori nei quali ho avuto la fortuna di potermi confrontare costantemente con uno dei massimi esperti del settore in Italia, Michele Muscolo”.

PROSSIMITA’ AL CLIENTE – “Attualmente mi occupo della gestione di importanti patrimoni familiari in tutto il territorio nazionale e ricopro il ruolo di executive manager per Banca Generali. Per svolgere al meglio la mia professione seguo alcuni principi fondamentali: la prossimità al cliente per rendere la gestione del suo patrimonio familiare più semplice e corretta e la formazione continua. Formazione iniziata con il conseguimento della laurea con lode presso la facoltà di Economia di Cagliari e proseguita con la certificazione EFA, con un corso di perfezionamento sulla protezione patrimoniale e pianificazione successoria all’università Luspio di Roma, un corso di perfezionamento sulla governance del patrimonio all’università di Brescia e la partecipazione annuale a numerosi seminari fonte di formazione continua e confronto con gli altri professionisti del settore. Condivido la mia passione per queste materie con il team di promotori finanziari Sardegna di Banca Generali di cui curo la formazione e partecipo a convegni informativi sui temi di tutela patrimoniale e pianificazione”, conclude Cardia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, raccolta ricca a marzo

Private banking, quello di Banca Generali è il migliore

Banca Generali, il faro della sostenibilità

NEWSLETTER
Iscriviti
X