Arrighi (A.T. Kearney), “Ecco perché la robo-advisory non sostituirà mai del tutto i consulenti”

A
A
A
di Redazione 13 Aprile 2016 | 11:20
All’interno il video dell’intervento di Massimo Arrighi, sulla ricerca di A.T. Kearney, che ha aperto l’evento organizzato da Blue Financial Communication dal titolo “Fintech, killer o boost dei consulenti?”.

UNA RICERCA IMPORTANTE – Quanti sono i risparmiatori che usano i robo advisor? In quanti li conoscono? A che fascia di clientela si rivolgono? Sostituiranno i consulenti in carne e ossa? A queste domande ha cercato di rispondere uno studio di A.T. Kearney sui roboadvisor illustrato da Massimo Arrighi, partner dell’istituto, durante l’evento del 7 aprile al Salone del Risparmio organizzato da Blue Financial Communication dal titolo “Fintech, killer o boost dei consulenti?”. “I robo advisor”, spiega Arrighi durante la sua presentazione, “sono piattaforme che ti profilano e individuano le tue esigenze proponendo un portafoglio e mantenendolo ciclicamente”.

La presentazione di Arrighi con i risultati della ricerca ATKearney

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X