Gruppo Sigla, numeri in crescita nel 2015

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 19 Aprile 2016 | 12:56
Sigla, attiva nell’erogazione di prestiti personali con un focus particolare sulla cessione del quinto, ha riportato un incremento significativo nei volumi intermediati, mentre SiCollection, attiva nel settore degli Npl, ha segnato un buon incremento delle masse gestite.

NUMERI IN CRESCITA – Numeri in crescita per Sigla e SiCollection, società del gruppo Sigla, nel 2015. La prima, Sigla, attiva con il brand SiglaCredit nell’erogazione di prestiti personali, con un focus particolare sulla formula della cessione del quinto dello stipendio, ha riportato un incremento particolarmente significativo nei volumi intermediati, passando da 97 milioni di euro nel 2014 a 153 milioni di euro nel 2015. La società ha registrato quindi un significativo incremento del margine di intermediazione, che nel 2015 si è assestato a oltre 10 milioni di euro contro i 6,06 del 2014. Altrettanto importante è stato l’incremento del risultato della gestione operativa (passato dai – 2,83 milioni del 2014 a + 2,08) e del risultato netto (da – 2,17 a + 1,22 milioni di euro). Sullo sfondo di questi numeri va poi evidenziato l’elevato livello di solidità patrimoniale, con il Tier 1 Capital Ratio che si attesta al 20%. La seconda, attiva nel settore dell’acquisizione e della gestione di crediti deteriorati, ha fatto segnare un incremento delle masse gestite che si sono attestate a quota 717 milioni di euro, contro i 632 del 2014 con l’obiettivo, per l’anno in corso, di arrivare a 748 milioni di euro. Con l’aumento delle masse gestite, sono migliorati anche gli indicatori economici: l’ebitda è passato, nel 2015, dai 152milaeuro del 2014 a 284mila euro; mentre l’utile è passato dai 29mila euro fatti segnare nel 2014 a 130mila. “Sono numeri che testimoniano quanto incisivo sia il percorso di sviluppo e di crescita che il gruppo sta conoscendo”, afferma Vieri Bencini, amministratore delegato di Sigla e SiCollection. “Un percorso di crescita che, in questa prima fase del 2016 si sta consolidando e tutto questo ci fa guardare con grande fiducia al futuro”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X