I campioni di Doris

A
A
A
di Marco Muffato 2 Maggio 2016 | 14:43
Presentato oggi a Milano il secondo libro di Ennio Doris sui campioni del ciclismo. Presenti tanti assi delle due ruote e personaggi del mondo del giornalismo. B. Mediolanum, intanto, conferma anche per il 2016 la sponsorizzazione del Gran Premio della Montagna al Giro d’Italia.

OPERA BIS SUL CICLISMO – Il ciclismo è la grande passione di Ennio Doris (nella foto). Uno sport che il presidente di Banca Mediolanum segue con immutato entusiasmo da quando era bambino. Questa passione è diventata un nuovo libro scritto a quattro mani con Pier Augusto Stagi, direttore di Tuttobici. “Campioni miei – storie di uomini e ciclisti visti e raccontati da un grande appassionato”, è infatti  il titolo del secondo volume-intervista che racconta in altrettanti capitoli la storia di dodici campioni delle due ruote che hanno colpito più l’immaginario dell’appassionato e competente Doris: da Giuseppe Beghetto a Franco Bitossi, da Federico Behamontes (l’unico straniero, spagnolo, rievocato dal numero uno di B. Mediolanum) a Francesco Moser, da Giambattista Baronchelli a Gianni Motta, da Paolo Bettini a Fiorenzo Magni, da Gastone Nencini a Maurizio Fondriest, fino a Gianni Bugno a Vincenzo Nibali. E Bugno, Fondriest e Motta erano presenti alla presentazione odierna al Bianchi Cafè & Cycles di via Cavallotti a Milano, con altri personaggi di spicco dell’ambiente come il ct della nazionale Davide Cassani e il noto giornalista sportivo Marino Bartoletti. Il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti ha coordinato l’incontro. 

 
B. MEDIOLANUM ANCORASPONSOR DEL  GP DELLA MONTAGNA AL GIRO D’ITALIA – Intanto Banca Mediolanum, dal 2003 sponsor del Gran Premio della Montagna, ha annunciato il rinnovo anche per il 2016 dell’impegno con il Giro d’Italia grazie alla sponsorizzazione della maglia azzurra. 
 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ennio Doris, un botto da 500 milioni

“Io, Ennio Doris e quella volta ad Arcore”

Ennio Doris (Banca Mediolanum): “Fusione tra banche? Sì ma per gli altri”

NEWSLETTER
Iscriviti
X