Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le comunicazioni all’Organismo

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 16 Maggio 2016 | 09:42
La risposta esatta alla domanda pubblicata venerdì, a proposito dei contratti forward, era quella contraddistinta dalla lettera B.

RISPOSTA “B”- La risposta esatta alla domanda pubblicata venerdì, a proposito dei contratti forward, era quella contraddistinta dalla lettera B. La riproponiamo qui di seguito.

Un investitore stipula per fini speculativi un contratto forward mediante il quale assume la posizione di venditore a termine di 1.000 titoli azionari al prezzo di 41 euro per ogni titolo. Alla scadenza del contratto la singola azione quota sul mercato 35 euro. A scadenza quale importo riceverà l’investitore come contropartita della vendita dei 1.000 titoli azionari?

A: L’investitore non riceverà nulla
B: 41.000 euro
C: 6.000 euro
D: 35.000 euro

NUOVO QUESITO –
La domanda di oggi nell’ambito della nostra training class dedicata alla formazione dei consulenti finanziari riguarda le comunicazioni all’Organismo. Mettetevi alla prova e tornate domani a verificare la risposta.

I consulenti finanziari sono tenuti a comunicare senza indugio all’Organismo:

A: la perdita dei requisiti di professionalità
B: la variazione dello stato di famiglia
C: il cambiamento di domicilio, se residenti in Italia
D: la variazione del Comune di residenza

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il codice deontologico Anasf

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il risparmio amministrato

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con la prova valutativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X