Poste Italiane batte le attese

A
A
A
di Andrea Telara 11 Maggio 2016 | 07:33
Fatturato di 9,8 miliardi e utili netti di 367 milioni di euro nel primo trimestre per il gruppo guidato da Francesco Caio, meglio di quanto previsto dagli analisti.

MEGLIO DELLE PREVISIONI – Un utile netto di 367 milioni di euro, in crescita del 18% su base annua, e ricavi di 9,8 miliardi di euro, in aumento del 14,2% rispetto allo steso periodo dell’anno precedente. Sono i risultati messi a segno dal Gruppo Poste Italiane nel primo trimestre del 2016. Tra gennaio e marzo, è cresciuto anche il risultato operativo della società, pari a 562 milioni di euro (+16%). Si tratta di cifre superiori alle stime degli analisti che si attendevano un giro d’affari di 9,1 miliardi e profitti netti di 321 milioni.

CAIO SODDISFATTO – “Il primo trimestre 2016 si chiude con un’ulteriore crescita di ricavi e margini”, ha detto Francesco Caio, amministratore delegato del gruppo, “a dimostrazione del buon progresso di Poste nel percorso di trasformazione e crescita definito nel nostro piano industriale”. Caio ha sottolineato che, nel settore finanziario, Poste Italiane ha registrato, una dinamica positiva rispetto allo stesso periodo del 2015, con una crescita delle giacenze sui conti correnti e di risparmio di circa 2,8 miliardi. La gallina dalle uova d’oro della società restano le due compagnia assicurative del gruppo, in particolare Poste Vita, che ha realizzato una raccolta premi trimestrale di oltre 6,1 miliardi di euro (+24% circa). In aumento del 2,2% le masse nel risparmio amministrato e gestito, che hanno raggiunto i 486 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti