Consob, sanzione a Tempofosco

A
A
A
di Andrea Telara 23 Maggio 2016 | 10:02
Una ammenda da 8mila euro all’ex-ad di Millennium Sim per due collocamenti viziati da conflitto di interessi o inadeguati alla clientela.

DUE COLLOCAMENTI SANZIONATI – Una “ammenda” da 8mila euro, che risale al gennaio scorso. E’ quella che la Consob ha inflitto ad Andrea Tempofosco, ex-amministratore delegato di Millenium Sim, società che oggi ha però cambiato il management ed è passata sotto un nuovo azionista: la toscana Invest Banca, che la controlla quasi al 100%. I fatti contestati dalla Consob (e riportati nel bollettino quindicinale dell’autority) sono avvenuti invece nel 2014 e si riferiscono a due collocamenti: il primo delle obbligazioni RSM Italy 8% emesse dalla società di revisione RSM, il secondo delle azioni ordinarie e dei bond convertibili di Agronomia spa. Nella prima operazione, non sono stati informati i clienti di un conflitto di interesse poiché Tempofosco, oltre a essere responsabile del collocamento dei bond, ricopriva anche diversi ruoli dirigenziali nel Gruppo Sintesi: una società che intratteneva rapporti economici con Rsm, avendole conferito incarichi di revisione legale. Nel caso del collocamento delle azioni e delle obbligazioni convertibili di Agronomia, invece, per la Consob “non sono stati tenuti comportamenti in linea con la normativa in materia di adeguatezza” . Per l’Authority, infatti, c’è stato un mancato rispetto “del limite di concentrazione del 25% del portafoglio complessivo della clientela previsto per i prodotti classificati ad alto rischio, quali erano i titoli Agronomia”. In altre parole, le azioni e i bond convertibili collocati erano strumenti finanziari da maneggiare con attenzione e, invece, sono finiti in misura eccessiva in tasca a qualche cliente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, la Consob apre le verifiche

Generali, Consob: via libera all’Opa su Cattolica

Dws e N26, stretta della Consob tedesca

NEWSLETTER
Iscriviti
X