Veneto Banca, i grandi soci sfidano Atlante

A
A
A
di Andrea Telara 10 Giugno 2016 | 07:48
Il comitato degli azionisti punta a superare il 50% nel prossimo aumento di capitale anche se significa rinunciare all’appoggio del fondo salva-banche.

OBIETTIVO 50% –“Abbiamo sottoscrizioni ed impegni di sottoscrizioni già vicine ai 600 milioni”.Parola di Bruno Zago, imprenditore e presidente dell’associazione Per Veneto Banca, in merito all’aumento del capitale da 1 miliardo di euro che l’istituto di Montebelluna (Tv) metterà in cantiere dal 22 giugno. Zago ha detto che i grandi soci della banca da lui rappresentati si stanno guardando intorno per cercare altre sottoscrizioni (anche tra investitori istituzionali), qualora il  Fondo salva-banche Atlante si tirasse indietro. Quaestio sgr, società che gestisce il fondo, ha infatti manifestato la volontà di sostenere l’aumento di capitale di veneto Banca solo se potrà raggiungere da solo oltre il 50% delle azioni.

NOMINE A BIM – Intanto, ieri è uscita la notizia che Veneto Banca indicherà i nominativi di Stefano Ambrosini e Mia Callegari per le cooptazioni del consiglio della controllata Bim. Lo ha comunicato una nota della società specificando che le cooptazioni di Callegari e Ambrosini, che è presidente di Veneto Banca, sono in programma per il prossimo 13 giugno. Ieri Cristiano Carrus, direttore generale di Veneto Banca e Giuseppina Rodighiero hanno rassegnato le dimissioni dalla carica di consiglieri di Bim.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Veneto Banca, i grandi soci aderiscono all’aumento di capitale

NEWSLETTER
Iscriviti
X