Milazzo (Fabi): “Coinvolgere banche e reti nel codice etico dei cf”

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 16 Giugno 2016 | 08:47
Il leader del sindacato dei bancari invita a una maggiore collaborazione nel tavolo tecnico aperto presso l’ente di normazione Uni.

AGGIUNGI UN POSTO AL TAVOLO -“Chiediamo un coinvolgimento diretto anche delle reti e dei gruppi bancari in questo progetto”. E’ l’invito che arriva da Giuseppe Milazzo, segretario nazionale della Fabi, il sindacato dei lavoratori bancari, riguardo al tavolo tecnico aperto presso l’ente di normazione Uni per creare un Codice Etico dei consulenti finanziari (vedi qui la notizia). “Le banche e le reti dovranno prevedere degli specifici momenti di formazione per porre i lavoratori bancari e i consulenti a conoscenza delle linee-guida del codice” ha detto Milazzo. Al tavolo tecnico aperto presso Uni, partecipano attualmente, oltre a Fabi e Aassonova, i maggiori organismi associativi del settore finanziario: Anasf, Fisac-Cgil, Sinfub, Uilca e Unisin, e alcuni esponenti del mondo del credito e della finanza come Fineco, Finanza & Futuro e, Progetica. Obiettivo del tavolo è quello di elaborare le linee guida per un Codice Etico per il settore finanziario. Il codice dovrà avere funzione preventiva e di orientamento in situazioni eticamente problematiche per tutti gli operatori del settore creditizio. Nello specifico, saranno codificati una serie di principi etici per la vendita responsabile dei prodotti finanziari e saranno definite le buone pratiche da osservare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti e social, manuale d’istruzioni per vincere la paura di esporsi

Consulenti, i consigli di scrittura per far svoltare la vostra comunicazione

Consulenti finanziari, gli Etf possono essere la svolta per il portafoglio dei clienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X