Tuf, le proposte di Federpromm-UilTucs

A
A
A
di Andrea Telara 21 Giugno 2016 | 10:30
L’associazione guidata da Manlio Marucci suggerisce di modificare il Testo Unico della Finanza introducendo l’obbligo di una scheda-prodotto semplificata

OBBLIGO DI SEMPLIFICARE – Una nuova scheda-prodotto, che contenga pochi elementi essenziali sugli strumenti finanziari venduti sul mercato. E’ la proposta avanzata da Federpromm, in vista della futura approvazione del Tuf, il nuovo testo unico della finanza. Assieme allo studio legale Mastracci, l’associazione dei consulenti finanziari guidata da Manlio Marucci (e appartenete alla UilTucs) suggerisce di creare uno schema semplificato che illustri alla clientela retail, cioè ai piccoli risparmiatori privati, gli elementi essenziali di un prodotto finanziario venduto sul mercato. Inoltre, per Federpromm occorre anche creare un sistema di avvertenze sul livello di rischio dei prodotti finanziari, facilmente comprensibile da tutti. L’idea è inserire nei documenti informativi di ogni strumento finanziario l’icona di un semaforo, il cui colore dipende proprio dal livello di rischiosità dell’investimento: verde per i prodotti a capitale garantito, giallo e rosso per quelli a capitale variabile che vanno venduti ovviamente con un’adeguata attività di consulenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credito al consumo, le riflessioni di Federpromm post decreto sostegno

Enasarco, Federpromm attacca FarePresto

Consulenti e monomandato, Federpromm spinge per la revisione

NEWSLETTER
Iscriviti
X