Popolare di Vicenza, perquisizioni della Guardia di Finanza nel quartier generale

A
A
A
di Andrea Telara 21 Giugno 2016 | 15:17
Ispezioni per far luce sulla gestione Zonin del periodo 2012-2015. Con una nota, la banca assicura piena collaborazione ai magistrati.

FIAMME GIALLE ALLA PORTA – Una perquisizione in atto da stamani. E’ quella che la Guardia di Finanza sta eseguendo nella sede della Popolare di Vicenza. Una nota dell’istituto ha subito precisato che dirigenti e funzionari della società hanno collaborato stamane con le fiamme gialle, che ha acquisito documentazione su fatti inerenti il periodo 2012 – marzo 2015 nell’ambito delle indagini da tempo avviate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, in relazione alle già note ipotesi di reato di aggiotaggio e di ostacolo alla vigilanza. L’amministratore delegato dell’istituto veneto, Francesco Iorio, ha affermato che “la banca è la prima ad essere interessata a fare chiarezza sul passato”. Nel confermare la propria piena collaborazione e la fiducia nell’operato della magistratura, Iorio ha ribadito “il proprio impegno incondizionato a ristabilire quel clima di rinnovata trasparenza necessario per proseguire nel rilancio della banca, a beneficio dei suoi clienti, degli azionisti, dei dipendenti e dei territori in cui la Popolare di Vicenza opera”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La politica non ne parla, ma il debito pubblico italiano continua a lievitare

Popolare di Vicenza, i pm chiedono l’insolvenza

Acf e Abf, stop ai ricorsi sulle ex popolari venete

NEWSLETTER
Iscriviti
X