Deutsche Bank chiude 188 filiali tedesche e licenzia 3.000 dipendenti

A
A
A
di Daniel Settembre 24 Giugno 2016 | 08:46
La mossa fa parte della sua strategia di digitalizzazione. Entro la fine del prossimo anno la banca tedesca ridurrà ulteriormente il numero di filiali.

CHIUSURA FILIALI Deutsche Bank ha intenzione di chiudere 188 filiali tedesche e tagliare circa 3.000 posti di lavoro. La mossa fa parte della strategia di digitalizzazione della banca tedesca. E non è finita: entro la fine del prossimo anno, il colosso bancario ridurrà ulteriormente il numero di filiali nel Paese da 723 a 535. Decisioni che porteranno anche altri tagli di posti di lavoro.

PUNTARE AL DIGITALE – Contestualmente l’istituto ha ribadito che prevede di spendere circa 750 milioni di euro entro il 2020 nella promozione di prodotti digitali e servizi di consulenza, con l’obiettivo di adattarsi alle mutate esigenze della clientela. Per le persone sotto i 30 anni, i servizi digitali sono diventati il fattore più importante nella scelta di una banca, si legge nel comunicato.

“SCELTA DIFFICILE”
– “Questa scelta non è stata facile per noi”, ha commentato il ceo John Cryan. “Tuttavia, dobbiamo ridurre i costi e riorganizzare il nostro business. Se non lo facciamo, Deutsche Bank non sarà in grado di operare con profitto e in modo sostenibile in un contesto di bassi tassi di interesse e con una sempre maggiore regolamentazione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank ritira un report scottante in Germania

DB, Parazzini: il futuro passa per Draghi e l’Europa

Deutsche Bank, ingaggio nel Private Banking

NEWSLETTER
Iscriviti
X