Ubi Banca dà il via al progetto Banca Unica

A
A
A
di Chiara Merico 28 Giugno 2016 | 08:52
Lo prevede il piano industriale dell’istituto, che porterà inoltre all’uscita di circa 2.750 dipendenti e all’ingresso di circa 1.100 risorse.

IL PIANO INDUSTRIALE – Un assetto semplificato di gruppo con la nascita di Banca Unica, e la chiusura di circa 280 punti vendita, che scenderanno dai 1.529 del 2015 a 1.250 nel 2019. E’ quanto prevede il piano industriale di Ubi Banca, che porterà inoltre all’uscita di circa 2.750 dipendenti e l’ingresso di circa 1.100 risorse. Il progetto Banca Unica prevede con l’incorporazione di tutti i sette istituti controllati. Per consentire la fusione Ubi riacquisterà tutte le minoranze attraverso il concambio con proprie azioni, procedendo all’emissione di 75 milioni di azioni con una diluizione massima del 7,8%, spiega il Corriere della Sera. Il beneficio in termini di Cet1 fully loaded è stimato in 30 punti base, quelli lordi sui costi operativi a regime sono stimati in circa 80 milioni, a fronte di 198 milioni di spese una tantum. L’operazione dovrebbe concludersi entro la prima parte del 2017. Il venir meno dell’uso societario dei marchi, che rimarranno sulla rete, comporterà svalutazioni lorde per 60 milioni di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, volemose tanto bene

Fideuram assorbe IwBank

Intesa-Ubi, c’è l’accordo per il grande esodo dei cinquemila a Bper

NEWSLETTER
Iscriviti
X