Enasarco, Costa annuncia il piano d’azione

A
A
A
di Andrea Telara 19 Luglio 2016 | 07:10
Nessun riferimento al grave problema dei silenti (che riguarda molti consulenti finanziari) nel discorso di insediamento del neo-presidente dell’istituto di previdenza degli agenti di commercio.

“Rendere la nostra Fondazione più accessibile, efficiente e adeguata ai bisogni della categoria, soprattutto in termini pensionistici e assistenziali” Ecco uno degli obiettivi esposti nel discorso di insediamento da Gianroberto Costa, da poco eletto presidente di Enasarco, l’ente di previdenza e assistenza degli agenti di commercio, a cui sono iscritti i consulenti finanziari. Nel suo discorso, però, Costa non scende molto nei dettagli e, a parte i proclami generici, non fa cenno a un tema che interessa molto i consulenti finanziari. Si tratta della questione dei silenti, cioè di quegli iscritti a Enasarco che hanno versato un po’ di soldi all’ente ma non hanno raggiunto la contribuzione minima di 20 anni anni che consente di avere diritto a una prestazione previdenziale. Costa è stato invece un po’ più concreto sulla gestione del patrimonio immobiliare residenziale di Enasarco, la cui vendita verrà completata entro la fine del 2017. Inoltre, il neo-presidente ha manifestato la volontà di far crescere il ruolo dell’ente a sostegno dell’economia. “Al momento i vincoli per gli investimenti sono stringenti e il mondo del private equity non ci è concesso”, dice Costa, “come non è prevista in Italia la possibilità di investire direttamente nel mondo produttivo. Ma in futuro vorremmo concordare con governo e Parlamento proprio questo cambio di rotta”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enasarco, il giudice impone il ribaltone

Enasarco, la commissione parlamentare starebbe valutando il commissariamento

Enasarco, Uilpa scrive al Ministro del lavoro

NEWSLETTER
Iscriviti
X