Good Bank, per ora un solo pretendente

A
A
A
di Andrea Telara 20 Luglio 2016 | 13:50
Per ereditare le attività in bonis di Banca Marche, Etruria, CariChieti e Carife fallite nel 2015, è arrivata solo un offerta del fondo di private equity Apollo

Un sola offerta, almeno per ora. E’ quella presentata dal fondo di private equity Apollo per rilevare le good bank, cioè gli istituti che hanno rilevato le attività in bonis di Banca Marche, Etruria, CariChieti e Carife, fallite nel 2015. Secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, sul tavolo della Banca d’Italia e di Roberto Nicastro, presidente dei quattro istituti c’è solo una proposta, a quanto pare a un prezzo notevolmente inferiore rispetto a quanto desiderato inizialmente: 1,4-2 miliardi di euro. A quanto riferiscono fonti finanziarie, gli altri due operatori di private equity rimasti in corsa, Apax Partners e Lone Star, non hanno preso una decisione definitiva. Apax non sarebbe intenzionato a presentare un’offerta, mentre Lone Star starebbe sfruttando sino all’ultimo secondo per valutare il dossier.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti