Banca Mediolanum, le masse balzano del 30%

A
A
A
di Andrea Telara 28 Luglio 2016 | 12:51
Per la società guidata da Massimo Doris scendono i profitti semestrali ma continuano a salire gli asset. Luigi Berlusconi entra nel cda

RISULTATI IN CHIAROSCURO – Calano gli utili ma continuano a crescere i clienti e soprattutto le masse amministrate e gestite. Si può riassumere così la prima metà dell’anno per Banca Mediolanum, che ha presentato i dati di bilancio semestrali. L’utile netto consolidato del semestre è stato di 170,3 milioni di euro, in discesa del 25% rispetto al risultato dello stesso periodo dell’anno scorso. Colpa del calo delle commissioni di performance che si sono ridotte notevolmente ella prima parte del 2016, per effetto dell’andamento negativo o altalenante. dei mercati finanziari. Il totale delle masse gestite e amministrate è salito invece a 71.52 miliardi di euro circa, in crescita del 2% rispetto al dato al 30 giugno 2015 e dell’1% rispetto al saldo di fine 2015.

CET 1 SOPRA IL 20% – L’indice di solidità patrimoniale Cet 1 Ratio risulta pari al 20,2% al 30 giugno 2016, confermandosi ai livelli più alti tra i gruppi bancari italiani. Riguardo alle attività in Italia attraverso Banca Mediolanum, la raccolta netta totale è stata positiva per 2,8 miliardi di euro (+29% rispetto al primo semestre dell’anno 2015). La raccolta in fondi (che include quella realizzata attraverso le polizze unit-linked) si è attestata a 1.38 miliardi di euro circa. Gli impieghi alla clientela retail hanno sfiorato i 6,56 miliardi, in crescita del 12% rispetto al 30 giugno 2015 e del 4% rispetto al 31 dicembre. L’incidenza dei crediti deteriorati netti sul totale crediti è pari allo 0,8%. Il numero dei consulenti finanziari del gruppo al 30 giugno 2016 è invece di 4.377 unità. Il totale dei clienti risultanti al 30 giugno 2016 si attesta quasi 1 milione e 159mila unità circa, in crescita del 3% rispetto a fine 2015. Positivo anche il dato sui conti correnti e di deposito al 30 giugno 2016, che hanno raggiunto il numero totale di circa 876mila unità, con un incremento del 4% rispetto alla fine dell’anno precedente.

BERLUSCONI JR CONSIGLIERE – Il cda di Banca Mediolanum, ha anche nominato come consigliere non esecutivo Luigi Berlusconi, già consigliere dell’incorporata Mediolanum Spa e ultimo figlio maschio dell’ex- presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Flowe (gruppo Mediolanum) si accorda con Mooney

Banca Mediolanum, i perché della fine di un’era

Reclutamenti, Mediolanum domina. Per Fideuram uscite in doppia cifra

NEWSLETTER
Iscriviti
X