Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

A
A
A
Marco Muffato di Marco Muffato22 settembre 2017 | 09:19

Un cliente, vittima di un crac, sta valutando la rivalsa sulle banche presso cui le società del gruppo fallito detenevano i propri depositi perché entità e movimentazioni degli stessi erano irregolari e andavano quindi segnalate. Le società sono fallite: il cliente può agire oppure è prerogativa delle procedure fallimentari?

G.M., Genova

Il cliente può agire perché la fattispecie non rientra nelle cosiddette azioni di massa, che traggono origine dall’interesse dei creditori e perseguono l’obiettivo di aumentare la massa attiva di 
un fallimento reintegrandone il patrimonio. In tal caso è dovere
 del curatore attivarsi, esercitando azioni revocatorie e surrogatorie, azioni sociali di responsabilità per
i danni arrecati indistintamente dall’amministratore alla società o ai creditori sociali per l’inosservanza degli obblighi inerenti alla conservazione dell’integrità del patrimonio. Tutte queste azioni presentano un carattere indistinto sui beneficiari dell’eventuale esito positivo. Non può essere invece considerata azione di massa una pretesa che richiede l’accertamento della sussistenza di un diritto soggettivo in capo a uno o più creditori del fallimento o che necessiti dell’esame di specifici rapporti e del loro svolgimento.

E in questo caso occorre esaminare in maniera analitica
i rapporti bancari e accertare se davvero dovevano dare origine
 a segnalazioni anti-riciclaggio. Ancora: non si ha azione di massa quando l’azione è esercitabile individualmente in quanto volta a ottenere un vantaggio esclusivo e diretto del creditore nei confronti di soggetti diversi dal fallito. Infine l’azione potrebbe essere condotta anche in mancanza del fallimento del debitore, trattandosi di ipotesi di risarcimento del danno, per lo più di natura extra-contrattuale. Tali principi sono espressi dalla Cassazione con la sentenza delle Sezioni Unite 8 marzo 2006 numero 7029 e quella della prima Sezione Civile del 09 ottobre 2013 numero 22925.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sono pronti i nuovi super manager di Banca Mediolanum

Un Remix a firma Fineco

Si rafforza il commerciale di Raiffeisen CM

Ubi Banca, Massiah apre al matrimonio

Hanno ucciso il Private Banking…

JPMorgan lancia la sfida alle banche

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

Banche, obbligazioni subordinate tra rischio e occasione

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Bluerating Awards: il videomessaggio di Foti ai consulenti

Fideuram ISPB, Longo guiderà l’hub svizzero

Private Banking Awards, ecco i premiati

Private banking, la grande onda è in arrivo

Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

Manovra, le banche rimbalzano in borsa

Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

MCU, un nuovo viaggio attraverso la luce

Grossi per l’innovazione digitale di Credem

Esuberi e pressioni commerciali in banca, i sindacati in allarme

Spread, Abi lancia l’allarme

Nozze di perla nel private banking di Fideuram

Widiba, la tutela patrimoniale è on the road

Il “terzo incomodo” concorre alla radiazione di un ex Mediolanum

Fideuram, l’utile è in calo

Etf: le banche europee esposte per 140 miliardi

Frode fiscale: indagati 18 manager di Privat Kredit Bank

Una sola delibera e doppia radiazione di ex Finanza & Futuro

Le Traiettorie Liquide di Banca Generali

Societe Generale, talent scout nel fintech

Manovra, il governo cerca una difficile pace con la Commissione

Ti può anche interessare

I fondi di Capital Group nella rete del Credem

Accordo commerciale della società statunitense con il Credito Emiliano ...

Parte IMPact Sim, i tre supergestori ex di Azimut tornano in scena

Come anticipato da Bluerating.com nel febbraio scorso, Fausto Artoni, Stefano Mach de Palmstein e Gh ...

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Un’analisi sull’applicazione della direttiva europea in Gran Bretagna e nei Paesi Bassi. Anche s ...