Consulenti, negli Usa le fee spingono i compensi

A
A
A

Analisi sulle retribuzioni dei financial advisor statunitensi, confrontate con quelle dei loro colleghi britannici

Luca Spoldi di Luca Spoldi22 settembre 2017 | 09:34

I financial advisor americani sono in grado di ottenere un buon salario,
 se confrontato alle retribuzioni medie dei loro colleghi di altri paesi come la Gran Bretagna: 57.059 dollari, equivalenti a circa 43.610 sterline (il 62% in più dei professionisti che lavorano nel Regno Unito), ovvero circa 48.525 euro l’anno. Ma non è tutto oro ciò che luccica. A fare la differenza, oltre all’andamento dei cambi e alle incertezze legate alla Brexit che stanno penalizzando i professionisti britannici, sono le competenze: guadagna di più negli Stati Uniti chi si dimostra esperto nella pianificazione finanziaria, ha competenze di gestione degli investimenti
e di gestione dei portafogli della clientela, ha competenze anche in campo assicurativo e nella pianificazione degli investimenti, con l’avvertenza, segnalata da PayScale, che l’esperienza influenza fortemente i redditi di questa attività.

Anche il peso delle diverse componenti della retribuzione è molto diversa dal caso inglese: il salario vero e proprio varia mediamente dai 33.699 ai 118.409 dollari l’anno; a questo può aggiungersi un bonus che per il 2017 sembra relativamente contenuto, tra 1.206 e 30.866 dollari in media, e una modesta partecipazione agli utili (577-22.667 dollari mediamente).
I financial advisor americani guadagnano soprattutto grazie alle commissioni, che possono variare in maniera significativa tra un minimo di 4.969 e un massimo di 149.197 dollari all’anno e che rappresentano da sole oltre il
40% della retribuzione complessiva, indicata tra 35.088 e 146.428 dollari.

Attenzione però: dato che il limite superiore della retribuzione complessiva mediana è inferiore al limite superiore delle sole commissioni mediane, i financial advisor che negli Usa riescono realmente a portare a casa quasi 150mila dollari l’anno di commissioni deve per forza essere limitato. Come sempre poi il luogo dove si svolge la professione ha un’influenza determinante sui redditi realizzati: essere un financial advisor a New York significa guadagnare mediamente 77.937 dollari l’anno (a fronte di una paga totale che in media oscilla tra 42.946 e 266.635 dollari), mentre a San Francisco
 non si superano mediamente i 72.147 dollari, variando però tra un minimo di 50.806 e un massimo di 194.044 dollari. A Boston si guadagna ancora meno: 62.521 dollari l’anno, con un range dai 36.492 a 171.223 dollari.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut pigliatutto nei reclutamenti

Tutto quello che avreste voluto sapere su come iscriversi al nuovo Albo (ma non avete mai osato chiedere)

Consulente, il cliente si legge dal volto

Consulente, 8 modi per uccidere il tuo stile

Albo unico, tra 5 mesi si cambia

Caso Galloro, la versione del consulente

Scf, prosegue l’attività in vista dell’Albo

Nuovo esame Albo, mettiti alla prova

Una sfida per diventare consulenti

Deutsche Bank Financial Advisors, un reclutamento da 10

Il cliente furioso: manuale di gestione per il cf

Violazioni assortite, radiato ex Mediolanum

Come ti salvo il consulente quando i colleghi sono in vacanza

Consulenza, cosa ci può insegnare l’Olocausto

Consulente, fotografia di una professione

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Anasf, ecco gli articoli modificati dello statuto

Ing, tutto pronto per la rete dalla linea verde

Consulenti, come costruire il portafoglio perfetto mentre guardi Diletta Leotta

Consulenti sempre più sul trono del gestito

Consulenti, dite addio alla scheda carburante

Caso fee only: (non) c’è il rischio della sospensione dell’attività

Nuovo Albo per autonomi e scf: i tempi, le fasi e le attività

Consulente dal piccolo portafoglio? La Maieutica ti aiuta

La sostenibilità vista da Anasf

Cari cf, per avere successo ispiratevi ai samurai

La giornata dell’advisor del futuro

Consulenti, 4 rischi per il portafoglio dai quali stare alla larga

Una borsa per i neo consulenti

Banco Desio: vogliamo investire su di te!

Consulenti, come rendere l’estate produttiva

Consulenti, più pepe al reclutamento con Mifid 2

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Ti può anche interessare

Fineco, raccolta ricca a luglio

Il mese scorso la banca guidata da Alessandro Foti ha registrato flussi positivi per mezzo miliardi ...

Rabitti Bedogni (Ocf): “Il nuovo Albo da ottobre 2018”

In un’intervista a Plus24, la presidente dell’Ocf delinea le tappe per la riforma dell’organis ...

Consulenti, Mainò (Nafop): il regolamento Consob? Tutto da riscrivere

Ampia disponibilità a collaborare con l'autorità, dice il portavoce Nafop, che però sollecita "un ...