Azimut offre i Core Brands Certificates di Banca Akros

A
A
A
di Chiara Merico 15 Settembre 2016 | 13:13
Questi strumenti offrono la possibilità di investire in strumenti finanziari proteggendo contestualmente il capitale investito e di partecipare alla crescita dei mercati azionari attraverso il sottostante AZ Fund 1 Core Brands.

NUOVI PRODOTTI – Azimut amplia la tipologia di strumenti finanziari a disposizione della rete e della clientela italiana del gruppo con i Core Brands Certificates emessi da Banca Akros, banca d’investimento e private banking del gruppo Bpm. Il permanere dei tassi a zero, se non negativi, che caratterizzano il contesto economico attuale rendono necessario il ricorso a nuove forme di investimento per riuscire a conseguire rendimenti positivi e proteggere il capitale. Attualmente risultano, infatti, meno efficaci alcune forme di risparmio tradizionali, come i titoli di Stato particolarmente apprezzati in passato dagli investitori per essere considerati “porti sicuri”, e ugualmente i rendimenti della componente corporate Investment Grade stanno diventando negativi, anche su orizzonti temporali di medio termine. In questo contesto si inseriscono i Core Brands Certificates, nati dalla collaborazione con Banca Akros, che offrono la possibilità di investire in strumenti finanziari proteggendo contestualmente il capitale investito e di partecipare alla crescita dei mercati azionari attraverso il sottostante AZ Fund 1 Core Brands, comparto del fondo gestito dal gruppo Azimut.

LE CARATTERISTICHE – In particolare, i Core Brands Certificates, con una soglia minima di investimento di 1.000 euro, permettono di:
· partecipare alla rivalutazione – nella misura del 40% – del comparto lussemburghese AZ Fund 1 Core Brands. La rivalutazione del comparto è riferita ad un orizzonte temporale di 5 anni, collegato alla durata dei certificati; i Core Brands Certificates (ISIN: IT0005211732) saranno quotati sul mercato SeDex di Borsa Italiana;
· proteggere totalmente il capitale investito a condizione che i certificati siano sottoscritti durante la fase di collocamento e detenuti fino alla scadenza dello strumento.
Silvano Bramati, co-direttore commerciale e direttore rete del gruppo Azimut, commenta: “Ancora una volta il gruppo Azimut conferma la propria propensione all’innovazione con uno strumento che coniuga ai certificati la qualità gestionale che da sempre ci contraddistingue. Rispetto alle mutate condizioni di mercato, mettiamo a disposizione, sia in ottica di diversificazione sia di ricerca di rendimenti positivi, un nuovo strumento capace di conferire maggiore stabilità del portafoglio, grazie ad una maggiore distribuzione e gestione del rischio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, ecco gli obiettivi di reclutamento per il 2022

Azimut, ecco il piano per il 2022

Azimut, la convention detta le linee strategiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X