Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con i cittadini residenti all’estero

A
A
A
di Chiara Merico 26 Settembre 2016 | 09:41
La risposta esatta alla domanda pubblicata venerdì, a proposito delle fideiussioni, era quella contraddistinta dalla lettera C.

RISPOSTA “C”– La risposta esatta alla domanda pubblicata venerdì, a proposito delle fideiussioni, era quella contraddistinta dalla lettera C. La riproponiamo qui di seguito.

Quando il fideiussore del fideiussore è obbligato verso il creditore?

A: Solo nel caso di incapacità del debitore principale
B: Nel caso in cui il debitore principale sia insolvente ed il fideiussore principale abbia un patrimonio complessivo inferiore a quello del fideiussore del fideiussore
C: Nel caso in cui il debitore principale e tutti i fideiussori di questo siano insolventi, o siano liberati perché incapaci
D: Solo nel caso di incapacità del fideiussore

NUOVO QUESITO – La domanda di oggi nell’ambito della nostra training class dedicata alla formazione dei consulenti finanziari riguarda i cittadini residenti all’estero. Mettetevi alla prova e tornate domani a verificare la risposta.

Un cittadino italiano che sia residente all’estero, avendo soggiornato nel territorio della Repubblica Italiana, nel corso dell’anno, per 200 giorni non consecutivi, come viene considerato ai fini della residenza fiscale?

A: non residente perché è necessario soggiornare nel territorio dello Stato per un periodo continuativo di almeno 270 giorni
B: residente in Italia, perché ha soggiornato in Italia per la maggior parte del periodo di imposta
C: non residente in Italia, perché ha soggiornato in Italia complessivamente perla maggior parte del periodo d’imposta, ma solo considerando più periodi non consecutivi
D: residente in proporzione ai giorni di soggiorno in Italia durante l’anno considerato

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X