Il gestito ruggisce anche ad agosto

A
A
A
di Marco Muffato 29 Settembre 2016 | 09:10
Nel mese meno favorevole al business la raccolta netta nel risparmio gestito raggiunge i 2,2 miliardi di euro.

RISPARMIO GESTITO SUGLI SCUDI –  Ad agosto, il dato rilevato da Assoreti, l’associazione delle reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, guidata dal segretario generale Marco Tofanelli (nella foto) indica una raccolta netta positiva per le reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede pari a 2,1 miliardi di euro, in flessione rispetto al mese di luglio come conseguenza del consueto rallentamento estivo nell’attività di raccolta. Le scelte di investimento coinvolgono principalmente i prodotti del risparmio gestito, determinando una raccolta netta positiva per 2,2 miliardi di euro, mentre nell’ambito del risparmio amministrato prevalgono complessivamente le uscite per 76 milioni


I FONDI DI DIRITTO ITALIANO TORNANO POSITIVI - 
La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr è pari a un miliardo di euro, valore perfettamente allineato al risultato del mese precedente. Sulle gestioni collettive aperte di diritto estero si conferma la prevalenza delle sottoscrizioni, con un flusso netto di risorse pari a 960 milioni, mentre sui fondi di diritto italiano, per la prima volta nell’anno, si interrompe la dinamica di disinvestimento e viene realizzata una raccolta netta positiva per 55 milioni di euro. 

PIU’ UNIT LINKED CHE POLIZZE VITA
 - I premi netti versati nel comparto assicurativo/previdenziale ammontano a 837 milioni di euro e coinvolgono le unit linked per 564 milioni e le polizze vita tradizionali per 227 milioni. Positivo anche il saldo delle movimentazioni sulle gestioni patrimoniali individuali (365 milioni di euro): prevalgono gli investimenti netti in Gpm, pari a quasi 243 milioni, mentre le risorse nette investite in Gpf ammontano a 123 milioni di euro. Il contributo mensile delle reti al sistema di Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato, pertanto, su un ammontare pari a 1,7 miliardi di euro, pari al 46,2% della raccolta netta complessiva dell’intero sistema (3,7 miliardi di euro).

AMMINISTRATO, SOLO I TITOLI AZIONARI MANTENGONO IL PASSO
–  Il saldo delle movimentazioni realizzate sui titoli in regime amministrato è positivo per 23 milioni di euro. I dati, per i quali si dispone della ripartizione per macro tipologia, evidenziano la realizzazione di investimenti netti sui titoli azionari per 137 milioni di euro, mentre le vendite prevalgono sui titoli di debito (-57 milioni di euro) e sugli strumenti del mercato monetario (-113 milioni di euro). Il saldo della liquidità è negativo per 99 milioni di euro. A fine mese i clienti primi intestatari dei contratti salgono a 3,808 milioni. Il numero di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sed., con mandato dalle società rientranti nell’indagine di Assoreti, è pari a 22.735 professionisti (25.146 per l’intera compagine è il dato stimato); di questi, 22.119 risultano effettivamente operativi (con portafoglio superiore a 0).
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti