Quattro comparti di TCW nella rete di CheBanca!

A
A
A

I clienti di CheBanca! potranno sottoscrivere l’offerta di TCW attraverso le oltre 100 filiali presenti sul territorio, tramite la rete dei consulenti finanziari attualmente composta da 120 professionisti o via web.

Chiara Merico di Chiara Merico16 ottobre 2017 | 14:08

L’ACCORDO – TCW, asset manager globale e indipendente con più di quarant’anni di esperienza negli investimenti e circa 200 miliardi di dollari di patrimonio in gestione, annuncia il raggiungimento di un accordo di distribuzione con CheBanca!, la banca del gruppo Mediobanca dedicata al risparmio e agli investimenti. In particolare, i clienti di CheBanca! potranno sottoscrivere l’offerta di TCW attraverso le oltre 100 filiali presenti sul territorio, tramite la rete dei consulenti finanziari attualmente composta da 120 professionisti o via web. L’offerta, disponibile a partire da oggi 16 ottobre 2017, prevede i quattro comparti obbligazionari UCITS flagship di TCW, che offrono la possibilità di investire in modo absolute return e unconstrained, avvalendosi delle strategie attive di tipo value del player basato a Los Angeles. Le soluzioni di investimento di TCW si caratterizzano per un approccio ben disciplinato, coerente e di team alla gestione attiva, progettato per ottenere l’alpha nel lungo termine. Questi processi di investimento, sostenuti da una rigorosa ricerca fondamentale interna e dall’esperienza di mercato, sono stati messi alla prova, con successo, in diversi cicli di mercato, sin dal 1971.

NUOVO MERCATO – TCW è entrata nel mercato italiano a fine 2015 rivolgendosi, in un primo momento, esclusivamente agli investitori istituzionali, per poi avvicinarsi al mondo delle gestioni patrimoniali e delle Unit Linked. L’accordo con CheBanca! rappresenta un ulteriore passo avanti con l’ingresso nel mercato della distribuzione. Gian Luca Giurlani, managing director e responsabile della piattaforma Ucits in Europa e dello sviluppo del mercato dell’Europa del Sud, afferma: “Fin dal principio, abbiamo scelto di concentrarci su una gamma molto selezionata delle nostre strategie flagship, privilegiando quelle absolute return, unconstrained ed Emerging Markets, particolarmente apprezzate dagli investitori italiani e in grado di distinguerci nell’ampio novero di prodotti di investimento disponibili in Italia. Questo approccio molto selettivo, peraltro, ben si armonizza oggi con l’evoluzione dell’industria della distribuzione, che è sempre più orientata verso un numero ristretto di strumenti ma caratterizzati da un’alta qualità della gestione”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

CheBanca!, a Napoli con i big di Anasf

CheBanca!, accordo per distribuire un ventaglio di fondi lussemburghesi

Consulenti, CheBanca! ospita Anasf a Napoli

Reclutamenti, CheBanca! in testa ad aprile

CheBanca!, reclutamento senza sosta

CheBanca!, nuovo asso per Marconi

CheBanca!, la rete di consulenti cresce del 57%

CheBanca! pesca l’asso Castaldi

CheBanca! CheReclutamenti!

CheBanca!, semestrale costellata da segni più

Reclutamento, botti di fine anno per CheBanca!

CheBanca!, sprint nei reclutamenti

Un italiano su tre sceglie il digital banking

CheBanca!, al via il processo Charlot per la dismissione degli Npl

CheBanca!, crescono rete e masse

CheBanca! si rafforza da Nord a Sud

CheBanca! apre a Palermo e Catania

La virata sulla consulenza di Mediobanca

CheBanca!, crescono rete, masse e risultati

Reclutamento a vele spiegate per CheBanca!

Mediobanca Sgr, benvenuti nella fabbrica di Piazzetta Cuccia

Tre nuovi fondi per Mediobanca Sgr

CheBanca!, ora pagare Anasf è più facile

CheBanca!, accordo con Ram nel nome del wealth

“Sempre di più”, prima convention per i cf CheBanca!

CheBanca! continua la corsa ad aprile

Consulenti, CheBanca! ingrana la marcia

Consulenti: Credem vince su CheBanca!

La rete di CheBanca! a forza 20

CheBanca! saluta il 2018 con oltre 20 ingressi

Consulenza e banche, tra digitale e nostalgia

CheBanca! ingaggia 9 cf in Campania ex Azimut e Banca Mediolanum

CheBanca! saluta 30 ingressi nel trimestre

Ti può anche interessare

Il gruppo CGM entra in UBI Welfare

CGM è un’organizzazione che raggruppa 58 consorzi territoriali, distribuiti in tutta Italia, che ...

Bper, nozze in vista con Unipol

L'ad Alessandro Vandelli potrebbe annunciare l'integrazione alla presentazione del piano industriale ...

Oggi su BLUERATING NEWS: Mifid 2 sotto la lente

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...