McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 31 Ottobre 2017 | 09:46
Il quotidiano Mf riassume un report della nota società di consulenza che parla di “rinascita” degli istituti di credito”. Ma sul digitale c’è ancora molta strada da compiere.

E’ uscito un report di McKinsey sul settore bancario mondiale con molte note di ottimismo. Come racconta il quotidiano Mf, che ha dedicato un ampio servizio allo studio della nota società di consulenza, gli istituti di credito sono “rinati” grazie a una ritrovata solidità. Tuttavia, il Roe (return on equity) cioè il coefficiente che misura redditività del capitale, è ben lontano dai livelli del 2007. In tutto il mondo, secondo McKinsey, le banche devono investire in competenze digitali, sia per quel che riguarda il marketing che nelle attività di analisi dei clienti. Se questa strategia fosse adottata con convinzione, secondo McKinsey, i ricavi dell’intero settore creditizio salirebbero di almeno 350 miliardi di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Nel private banking europeo su le masse, giù i profitti

Risparmio gestito, record di profitti

Il vostro posto di lavoro sarà a rischio nei prossimi anni?

NEWSLETTER
Iscriviti
X