Poste Italiane, rilancio della raccolta dei Buoni fruttiferi

A
A
A
di Andrea Telara 14 Dicembre 2017 | 09:54
Secondo il quotidiano Mf, la Cassa Depositi e Prestiti sui accinge a rinnovare l’accordo di distribuzione dei Bfp, con nuovi obiettivi di raccolta.

La vecchia convenzione scadrà nel 2018. Per questo la Cassa Depositi e Prestiti sta per ridiscutere con Poste Italiane le condizioni per la distribuzione dei Buoni Fruttiferi Postali e Libretti Postali, prodotti finanziari che il gruppo guidato da Matteo del Fante vende in esclusiva nei propri sportelli, ricavando circa 1 miliardo di euro all’anno di commissioni. A rivelarlo è il quotidiano Mf che parla di un rilancio della raccolta e una ridefinizione degli obiettivi di raccolta. I Buoni e Libretti Postali, nonostante il forte calo dei tassi d’interesse, rappresentano ancora quali l’8% delle attività finanziarie delle famiglie. A fine 2016, gli asset totali investiti nei soli Buoni Fruttiferi Postali erano pari a 204 miliardi di euro, 2 miliardi in meno rispetto ai 12 mesi precedenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Autostrade per l’Italia, c’è l’accordo: i Benetton si “sacrificano” e Atlantia vola in Borsa

Cassa Depositi e Prestiti lancia i covidbond a sostegno delle imprese

Decreto Liquidità, garanzie pubbliche su 400 miliardi di prestiti alle aziende

NEWSLETTER
Iscriviti
X