Tra Poste e Anima si inserisce Cdp

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 27 Dicembre 2017 | 09:16
Il Sole24Ore analizza i dettagli dell’accordo firmato la scorsa settimana tra il gruppo postale e la società di gestione. Spazi di manovra per un ruolo della Cassa Depositi e Prestiti.

Non solo Anima ma anche Cassa Depositi e Prestiti. E’ il  partner di Poste Italiane che potrebbe giocare un ruolo importante nel futuro della società, nel settore dei servizi finanziari. A questa conclusione  a cui giunge il Sole2Ore di oggi dopo aver analizzato nel dettaglio l’accordo firmato tra Anima e Poste Italiane la scorsa settimana (vedi qui la notizia). L’intesa, che inizialmente doveva in origine concretizzarsi con un conferimento di Banco Posta Fondi sgr nel capitale di Anima, ha invece preso una direzione diversa. Poste Italiane ha infatti conferito ad Anima soltanto la gestione di BancoPosta Fondi relativa agli asset assicurativi del gruppo (cioè i fondi sottostanti alle polizze Vita). Dunque, conservando la proprietà di banco Posta Fondi, Poste Italiane mantiene le mani libere per giocare anche in proprio nel settore del risparmio gestito, non escludendo altre operazioni sul capitale con Cassa Depositi e Prestiti, che potrebbe in teoria anche entrare nell’azionariato di Banco Posta Fondi. Non va dimenticato, infatti, che tra Cdp e Poste esiste già un legame forte, rinsaldato dal recente accordo per la distribuzione di Buoni Fruttiferi Postali (vedi qui la notizia).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anima, il 2020 non scalfisce il bilancio

Ftse Mib: la corsa al recupero non è finita. Le big cap sotto la lente

Anima, dicembre in forma per chiudere in positivo

NEWSLETTER
Iscriviti
X