Connect 2020, la convention da record di Allianz

A
A
A
di Matteo Chiamenti 8 Febbraio 2018 | 17:35
L’evento del CEO Campora con la nuova squadra di management e la rete agenziale

Si è svolta lo scorso 7 febbraio, presso il Centro congressi MiCo, la Convention Allianz Connect 2020, un appuntamento dedicato alla definizione del posizionamento strategico di Allianz Italia.

In un evento caratterizzato da numeri da record e un forte coinvolgimento emozionale, la società ha avuto modo di ribadire la centralità della propria rete agenziale, composta da circa 3000 Agenti e una forza complessiva di ben 25000 persone, tra agenti, financial advisor e collaboratori capillarmente distribuiti sul territorio.

Sono 25 relatori che si sono avvicendati sul palco di fronte a una platea di oltre 2200 Agenti presenti in sala, e altre migliaia di partecipanti hanno potuto collegarsi da remoto e seguire i lavori della giornata, inclusi molti dipendenti Allianz che per la prima volta hanno potuto seguire i lavori in diretta via social media, dalle sale riunioni appositamente predisposte a Milano e a Trieste.

Nel corso dei lavori, numerosi sono stati gli spunti e i contenuti relativi agli scenari competitivi e tecnologici del futuro.  L’evento ha avuto infatti numerosi momenti di approfondimento, legati ai temi dell’economia e degli scenari digitali, con la partecipazione ed il contributo di esponenti di primo piano del mondo della finanza internazionale, dell’innovazione, dello sport, della cultura e spettacolo.

Il top management di Allianz Italia ha tracciato idealmente il percorso di crescita per costruire assieme agli Agenti Allianz lo sviluppo del business, spingendo la visione oltre al 2020, come rappresentato dal simbolo dell’infinito nel logo della Convention. Negli ultimi anni, Allianz ha sviluppato un vero e proprio ecosistema digitale a supporto degli Agenti e dei Clienti, lanciando innovazioni come l’offerta modulare Allianz1 per il retail, Allianz1 Business per le piccole imprese e la nuova app AllianzNOW, sviluppata per i Clienti e gli Agenti della Compagnia, per gestire ogni genere di emergenza o sinistro nell’ambito della mobilità, della protezione della casa e della famiglia e della salute.

Sono stati inoltre approfonditi temi trasversali a tutte le aree di business come il machine learning e il valore degli artificial neural networks al servizio della personalizzazione delle proposte assicurative per la clientela italiana. Confermata la strategicità del segmento Danni, nel quale aree di protezione dedicate alle imprese e alla tutela delle famiglie possono consentire crescite importanti nei portafogli degli Agenti, considerata la bassa penetrazione delle coperture assicurative in Italia. Nel business Auto, particolare focalizzazione è stata data ai nuovi strumenti a disposizione della Rete; mentre nel Vita Allianz offre ai Clienti soluzioni di protezione dai rischi e prodotti finanziari e assicurativi con partner di standing globale e con la forza e solidità di un Gruppo leader a livello internazionale, che vanta un rating stabile “AA” di Standard & Poor’s.

Giacomo Campora, Amministratore Delegato di Allianz S.p.A., ha così sintetizzato la strategia della società: “La nostra storia e le nostre radici sono un patrimonio che insieme, Compagnia e Agenti, amministriamo. Se possiamo oggi guardare al futuro con fiducia, lo dobbiamo a chi è venuto prima di noi, a loro va tutto il mio rispetto e la mia gratitudine. Ora è il momento di proseguire, insieme, per far crescere Allianz con una strategia audace, in cui credere fortemente, anche grazie alla tecnologia, un vero alleato per la Compagnia e per la rete agenziale, per aumentare esponenzialmente la nostra produttività. Abbiamo nella rinnovata squadra di management una rosa di talenti ampia e straordinaria, ed insieme agli Agenti non c’è partita che non sappiamo giocare, non c’è sfida che una rete a maglie così solide non possa gestire e credere nella nostra comune crescita”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Allianz GI nel mirino della BaFin

Asset allocation: due interrogativi in vista dell’autunno

NEWSLETTER
Iscriviti
X