Consulenza finanziaria, quanto costa iniziare la professione

A
A
A

I corsi di preparazione e le spese d’avviamento per il neofita
 possono oscillare
tra i 700 e i 1.800 euro. Da mettere in conto altri oneri operativi
che incidono
sul portafoglio
dei professionisti.

Luca Spoldi di Luca Spoldi15 febbraio 2018 | 09:33

Sono ormai oltre 4 milioni i clienti dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede italiani, il che significa che 
circa 22.137 consulenti attivi, risultanti dai dati Assoreti a novembre 2017, devono gestire in media un portafoglio attorno ai 180200 clienti. Ma per riuscire a esercitare la professione e trovare i propri duecento clienti, ogni professionista deve essere pronto a sostenere dei costi: i primi sono quelli legati al superamento dell’esame di stato necessario per potersi iscrivere all’albo unico nazionale tenuto dall’Ocf.

ESBORSI IN EDUCATION- I manuali con cui prepararsi, insieme alla pratica e all’aiuto dei futuri colleghi, costano tra i 5060 euro l’uno, mentre sui corsi di preparazione la scelta è vasta, con costi che oscillano da 600 euro per quelli online a 1.000-1.200 euro per quelli in aula. A questi esborsi va aggiunto il contributo istruttorio per l’iscrizione all’albo di 300 euro dovuto all’Ocf, più 168 euro di tassa di concessione governativa. Ogni anno occorre poi versare, sempre all’Ocf, un contributo quota annuale di 85 euro e un contributo di vigilanza, alla Consob, di 100 euro.

A questo punto il cf avrà già sostenuto costi tra i 700 e i 1.850 euro circa ma il bello, si fa per
dire, arriva adesso perché, una volta ottenuto un mandato e avviata l’attività, occorre sostenere una serie di costi operativi. Innanzitutto entro 30 giorni dall’inizio della sua attività il consulente deve iscriversi al Registro delle imprese richiedendo l’attribuzione di un numero di partita Iva, cosa che comporta il pagamento di un diritto camerale annuo pari da quest’anno a 53 euro per le imprese individuali. Inoltre il cf deve iscriversi alla gestione commercianti Inps, mentre la mandante provvederà a iscriverlo all’Enasarco.

LE USCITE NECESSARIE PER L’UFFICIO – Ogni cf fa capo a un’agenzia,
 dove opera assieme ad altri colleghi: i costi variano in base
 a città e quartieri, alla metratura dell’immobile, alle sue finiture
 e servizi. È il responsabile d’agenzia che coordina il lavoro a intestarsi i contratti delle utenze
e quelli dell’eventuale personale subordinato, per poi addebitarli pro quota ai colleghi, emettendo fatture soggette a Iva. La mandante contribuisce tra il 60% e il 70%, in base al raggiungimento di obiettivi concordati, alle spese d’affitto e a quelle pubblicitarie a livello nazionale, mentre i cf si dividono i rimanenti costi legati alla gestione dell’ufficio, alle sponsorizzazioni e alle pubblicità locali.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, quando il bonus è a rischio

Mifid 2, Italia studente modello

Fideuram ISPB, raccolta monstre a giugno

Consulenti, ecco la Face App delle reti

Enasarco, le dritte in vista delle elezioni

Consulenti, italiani stuzzicati dal risparmio gestito

Credem sempre pronta al bagher

Fee only, sfondata quota 200

Consulenti, le istruzioni per conquistare i Millennials

Rendiconti Mifid 2, ecco i documenti assicurativi di Azimut

Reti e mutui, ecco i più convenienti

Credem, ora ti aiuta Emily

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Mediolanum, così parlò di Montigny al Fed

IWBank come il Milan di Sacchi

Azimut a Palazzo Mezzanotte, pronta per la nuova sfida

Consulente, per il cliente sei come Wikipedia

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Azimut, impennata degli afflussi

IWBank, give me five

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

ConsulenTia19, i momenti Anasf a Bologna

Ocf, la campagna tutta digitale a misura di consulente

Federpromm: allarme immobiliare per le famiglie

Fee only, più della forma conta la sostanza

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Consulenti: CheBanca! porta i manager nella città dei sassi

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

H2O e Allegro, un fondo dai due volti

Consulenti: tale cliente padre, tale cliente figlio

Consulenti: AcomeA vi spiega la Trade War

Ti può anche interessare

Consulenti, persona giuridica? Anche no

Giusto qualche giorno fa vi avevamo raccontato il forte apprezzamento di Anasf, associazione naziona ...

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Sospesi i mutui nella zona colpita dal crollo del ponte Morandi ...

Distrazione di somme e altre irregolarità, sospeso ex Fideuram

La Consob ha stabilito la sospensione in via cautelare dall'esercizio dell'attività di consulente f ...