Consulenti, botta e risposta sui dubbi di un ex promotore

A
A
A

Quale destino per chi si è cancellato dall’albo dei pf per diventare autonomo?

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti21 febbraio 2018 | 08:30

Pubblichiamo un quesito inviatoci da un nostro lettore. Al centro della domanda un dubbio relativo alla futura operatività di chi, un tempo, era iscritto all’Albo dei promotori finanziari…

“A tutti quei promotori che si sono tolti dall’ Albo dei Promotori Finanziari per potersi iscrivere al nuovo Albo dei Consulenti Finanziari entro il 1° novembre 2009 così come disposto dal decreto 206 del 24 Dicembre 2008 (Art.7) e che allora avevano i requisiti di “..uno o più periodi di tempo complessivamente pari a due anni nei tre precedenti la richiesta d’iscrizione all’Albo” per accedere di diritto al nuovo Albo con esonero della prova valutativa e che a seguito di perpetrati rinvii quel requisto non ce l’hanno più, che sorte spetterà?”.

A questa domanda ha deciso di rispondere Luca Mainò, co-fondatore di Consultique e membro del consiglio direttivo di Nafop:

“Il consiglio è anzitutto di chiedere l’iscrizione all’associazione Nafop in quanto il supporto è previsto solo per gli Associati.

Inoltre il professionista potrebbe comunque iscriversi all’attuale Albo, basta una semplice richiesta, nella sezione degli ex promotori finanziari, ma senza mandato. 

Rispetto al 2008 infatti, dove era previsto un Albo dedicato esclusivamente agli indipendenti (persone fisiche e giuridiche), la situazione è cambiata poiché l’Albo sarà unico e riteniamo a rigor di logica che l’essere iscritti allo stesso consentirà di non dover sostenere di nuovo una prova valutativa.

La fattispecie illustrata dal lettore è chiara e si riferisce a quei soggetti che formalmente avrebbero perso i requisiti per l’assenza dell’operatività dell’albo, ma che di fatto posseggono la professionalità adeguata per la prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti”.


1 commento

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, quando il bonus è a rischio

Mifid 2, Italia studente modello

Fideuram ISPB, raccolta monstre a giugno

Consulenti, ecco la Face App delle reti

Enasarco, le dritte in vista delle elezioni

Consulenti, italiani stuzzicati dal risparmio gestito

Credem sempre pronta al bagher

Fee only, sfondata quota 200

Consulenti, le istruzioni per conquistare i Millennials

Rendiconti Mifid 2, ecco i documenti assicurativi di Azimut

Reti e mutui, ecco i più convenienti

Credem, ora ti aiuta Emily

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Mediolanum, così parlò di Montigny al Fed

IWBank come il Milan di Sacchi

Azimut a Palazzo Mezzanotte, pronta per la nuova sfida

Consulente, per il cliente sei come Wikipedia

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Azimut, impennata degli afflussi

IWBank, give me five

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

ConsulenTia19, i momenti Anasf a Bologna

Ocf, la campagna tutta digitale a misura di consulente

Federpromm: allarme immobiliare per le famiglie

Fee only, più della forma conta la sostanza

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Consulenti: CheBanca! porta i manager nella città dei sassi

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

H2O e Allegro, un fondo dai due volti

Consulenti: tale cliente padre, tale cliente figlio

Consulenti: AcomeA vi spiega la Trade War

Ti può anche interessare

Effetto Mifid 2 su sgr e reti

L’inserto Plus24 del Sole24Ore dedica un servizio ala direttiva europea e alle conseguenze sui con ...

IWBank, tre gol per vincere il derby

Dopo i tre gol che hanno deciso il derby della Madonnina, si accende la sfida milanese delle reti co ...

Consulenti, immaginatevi il black friday della parcella

Super sconti sulle parcelle, tra provocazione e realtà ...