Fideuram Ispb tra i big dei Pir, esultano i manager

A
A
A
di Andrea Telara 23 Febbraio 2018 | 09:07
Il commento di soddisfazione del responsabile marketing Mazzini e dell’a.d. Fideuram Investimenti La Calce

Secondo la Mappa del Risparmio Gestito del quarto trimestre 2017 diffusa da Assogestioni, il Gruppo Intesa Sanpaolo risulta ai primi posti per raccolta netta sui fondi Pir nel 2017 con 2,7 miliardi di euro, grazie al contributo di Eurizon (1,7 miliardi) e Fideuram-Intesa Sanpaolo Private Banking (1 miliardo).

Commenti di soddisfazione dei due top manager del gruppo:

Massimo Mazzini, responsabile marketing e sviluppo commerciale di Eurizon, ha dichiarato: “Abbiamo scelto da subito di entrare sul mercato dei pir con un’offerta diversificata a esposizione azionaria crescente per rispondere ai diversi profili di rischio dei clienti. Eurizon Progetto Italia e Eurizon Pir Italia sono le due gamme di fondi che complessivamente nel 2017 hanno raccolto 1,7 miliardi di euro, a cui si aggiungono i portafogli per la clientela istituzionale che portano i flussi netti su soluzioni PIR compliant a oltre 1,9 miliardi di euro. Inoltre i clienti hanno mostrato maturità investendo in prodotti di lungo periodo tramite Piani di Accumulo: sui fondi Pir di Eurizon, i Pac rappresentano circa il 40% delle sottoscrizioni. Ci aspettiamo anche per quest’anno una prosecuzione di questo trend positivo.”

Gianluca La Calce, amministratore delegato di Fideuram Investimenti AM, ha dichiarato: “I Piani Individuali di Risparmio si sono rivelati un successo, in termini di raccolta, superiori ad ogni aspettativa. La clientela ha apprezzato da subito i vantaggi di natura fiscale ed il sostegno che questi prodotti sono in grado di indirizzare verso l’economia reale. La nostra società ha messo a disposizione delle reti distributive e della clientela private un’offerta ampia e completa per le diverse esigenze dei risparmiatori attraverso la gamma Piano Investimento Italia (Piano Bilanciato “Italia 30”, Piano Bilanciato “Italia 50” e Piano “Azioni Italia”). La buona tenuta del mercato italiano e gestori professionali in grado di creare valore per gli investitori hanno contribuito a rafforzare questo successo.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram ISPB, i compensi e gli incentivi ai consulenti

Fideuram ISPB, crescono i reclami dei clienti

Fideuram ISPB, pandemia e polemiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X