Doris e l’armata di Piazza Affari

A
A
A

Intervento del fondatore di Banca Mediolanum in occasione di un convegno organizzato da Intermonte per fare il punto sull’impatto dei Pir

di Redazione20 marzo 2018 | 12:59

“Ci sono le condizioni per portare 500 aziende italiane a Piazza Affari nel giro di pochi anni, per poi arrivare a mille nel medio termine”. A dichiararlo è Ennio Doris (nella foto), fondatore di Banca Mediolanum, intervenuto a un convegno organizzato da Intermonte e Politecnico di Milano per fare il punto sull’impatto dei Pir.

Numeri impressionanti, considerato che negli ultimi quattro lustri il listino milanese ha sempre viaggiato tra 300 e 350 quotate. “Ma i Pir hanno cambiato tutto”, ha ricordato Doris. “Non solo offrendo nuove opportunità per i risparmiatori e le società di gestione del risparmio, ma anche spingendo gli imprenditori a guardare con maggiore fiducia che in passato al mercato dei capitali”.

Dunque Piazza Affari è destinata a crescere di una volta e mezzo in poco tempo? “Il numero che ho citato non è casuale”, ha ribattuto Doris. “In Italia ci sono 20mila Pmi che hanno i requisiti per quotarsi. Aspettarsi che questa strada venga battuta a breve dal 2,5% di loro non è utopia”.

Dalla ricerca realizzata da Intermonte e Politecnico di Milano emerge che lo scorso anno è stato caratterizzato da un rendimento “anomalo” medio significativo, per effetto dei Pir, compreso fra il 12% e il 18% per i titoli non compresi nel Ftse Mib. A usare le virgolette sono gli autori della ricerca, a indicare che non vi sono altre ragioni che sembrano giustificare la spinta al di là della nuova normativa.

Quanto agli scambi, sono cresciuti sui listini Star (raddoppiati a 1,78 miliardi di euro mensili) e soprattutto Aim (sei volte di più a 165 milioni), ma con un calo dell’8% tra quelli dell’indice principale. A conti fatti non vi è stata un maggiore afflusso di liquidità su Piazza Affari, ma piuttosto uno spostamento di attenzione dalle blue chip alle medium e small cap.

Stentano invece le Ipo. Lo scorso anno vi sono state 23 matricole all’Aim, un numero importante, ma ancora contenuto rispetto alla platea di piccole e medie aziende italiane. Ma per questo, sottolineano gli esperti, occorre aspettare dato che il processo di quotazione richiede tempi medi-lunghi. Con la speranza di non perdere il momento positivo delle Borse.


1 commento

ARTICOLI CORRELATI

Doris, rivoluzione in cassaforte

I re del web, la scalata dei Doris

Lady Doris, il tesoro si ingrossa

Doris vale un miliardo

Top Manager Reputation, Ennio Doris guadagna tre posizioni

Doris scoppia di salute

Doris, un tesoro da 100 milioni

Mediolanum rischia l’indice

Pir e Apple Pay spingono Ennio Doris

La svolta di Banca Mediolanum

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Doris, un botto da 80 milioni

Doris: Faremo anche la banca d’affari

Premio alla carriera a Ennio Doris, ecco il suo videomessaggio

Equita: “Ci sarà un boom dei Pir, grazie a B.Mediolanum e agli altri big”

Le cento storie di Ennio Doris sul Giro d’Italia

Doris: manterremo il dividendo grazie ai Pir

Doris fa pulizia in cassaforte

Reputazione sul web, Ennio Doris nella top 20 dei manager più illustri

Doris finanzia il fotovoltaico

Doris rafforza la cassaforte

Mediolanum, il tesoro di lady Doris

Ennio Doris e la moglie ricevuti da Papa Francesco

Doris, nuovi business per Ennio e Sara

I campioni di Doris

Banca Mediolanum, un trimestre in chiaroscuro

Salone del Risparmio, Ennio Doris: “Il sistema bancario non è il grande malato”

Banca Mediolanum, raccolta in aumento e Cet1 verso il 20%

Blueindex: Mediobanca torna a mettersi in luce

Banca Mediolanum in calo, nonostante dichiarazioni di Doris

Banca Mediolanum festeggia il miglior febbraio di sempre

Cambiare il business per entrare nell’ecosistema bancario digitale

Tweet per tweet, rivivi la convention di Banca Mediolanum

Ti può anche interessare

Albo e prove valutative: aggiornati e revisionati i quesiti

Ocf comunica le modifiche al database per gli esami ...

Cari cf, per avere successo ispiratevi ai samurai

Lealtà, pratica, allenamento e sacrifici. I valori dei guerrieri giapponesi utili anche per conquis ...

Gamma CM, parte la rete

Prende il via la campagna di reclutamento del nuovo operatore maltese che ha aperto a maggio la bran ...