Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

A
A
A

Per lo speciale di Bluerating dedicato alle donne della consulenza finanziaria, ospitiamo oggi l’intervista a Rosella Bozzolin, wealth advisor di Banca Mediolanum.

Chiara Merico di Chiara Merico30 marzo 2018 | 09:23

Per lo speciale di Bluerating dedicato alle donne della consulenza finanziaria, ospitiamo oggi l’intervista a Rosella Bozzolin, wealth advisor di Banca Mediolanum.

 

Come mai ha deciso di intraprendere la carriera di consulente?
Lavoravo allo sportello in una banca tradizionale e amavo seguire i clienti che venivano a chiedermi come investire i loro risparmi. Poi, nel 1985, mio marito è entrato in Banca Mediolanum, che all’epoca si chiamava Programma Italia. Ho visto la sua vita professionale cambiare completamente, riempirsi di nuove soddisfazioni e stimoli; quindi nel 1987 ho deciso di seguire il suo esempio.
Quali sono i pro e i contro del fare consulenza al femminile?
All’inizio le difficoltà sono state molte ma con pazienza, costanza, sacrificio e organizzazione sono state superate. Quello che mi creava particolare tensione, quando avevo due bimbi piccoli, era la gestione del tempo. Allora ho deciso di prendermi degli spazi fissi da dedicare ai miei figli e di delegare le faccende domestiche, così mi sono sentita più serena. Penso che essere donna abbia agevolato e agevoli molto la mia attività, perché alcune caratteristiche femminili sono anche doti essenziali per un buon consulente. La capacità di ascolto per esempio è la base di partenza assoluta per individuare le esigenze del cliente e per comprendere la sua situazione complessiva. Poi però bisogna avere anche la “forza” di fargli capire come affrontare gli altalenanti momenti di mercato con razionalità, in modo che non prenda decisioni emotive e affrettate.
Un consiglio per le donne che vogliano intraprendere questa carriera…
Alle donne in generale consiglio di dare sempre il massimo nel perseguimento dei propri obiettivi e dei propri ideali di vita e lavorativi. Alle colleghe nello specifico, di prepararsi sempre bene prima di ogni incontro con il cliente e di essere pronte a costruire e a mantenere nel tempo con lui il miglior rapporto umano che è alla base di ogni collaborazione proficua.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Fininvest-Mediolanum, punto a Berlusconi

Ti può anche interessare

Anasf, un assist tributario per i soci

Siglata una nuova convenzione con lo Studio Alberto Arrigoni per assistere i soci nella difesa fis ...

Superpopolare al bivio della megafusione

Una Superpopolare con 17 banche cooperative e 185,9 miliardi di masse gestite, che si colloca tra i ...

Credem fa il pieno di clienti

Arrivano i risultati consolidati del primo semestre 2018: 54 mila nuovi clienti ...