Tris d’assi per Banca Mediolanum

A
A
A
di Marco Muffato 16 Aprile 2018 | 10:27
La rete guidata dal direttore Stefano Volpato ingaggia a marzo un ex Finanza & Futuro e due ex bancari.

La rete di Banca Mediolanum, guidata dal direttore commerciale  Stefano Volpato (nella foto) si rafforza con l’arrivo di 12 professionisti, di cui 5 di provenienza bancaria. Salgono così a 35 i nuovi banker inseriti dall’inizio anno, 16 dei quali sono ex bancari. Ecco gli ultimi tre arrivati nella banca di Basiglio. Il team coordinato da Paolo Scapin, regional manager del Triveneto Ovest, si arricchisce con l’ingresso di Stefano Bergamini, attivo su Verona. Nel 2007 Bergamini è stato area manager per il Triveneto di Intesa San Paolo Private Banking. Nel quadriennio successivo diventa responsabile private banking del gruppo Veneto Banca. Approdato nel 2012 in Azimut come responsabile del wealth management per il Triveneto, lascia Finanza & Futuro, per cui lavorava dal 2015. Roberto De Cesaris, operativo su Frosinone, entra a far parte della squadra di Costante Turchi, regional manager di Lazio, Campania e Sardegna. De Cesaris, nel settore bancario dal 1988, opera in diverse banche locali, fino a essere assunto, nel 1997, da BancAnagni Credito Cooperativo, che lascia da direttore di filiale.  Si inserisce nel gruppo guidato da Curio Moretti, regional manager di Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, Giovanni Plotegher, attivo su La Spezia. In Banca Carige dal 2001, Plotegher lascia il ruolo di direttore di filiale.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Banca Mediolanum, prova di forza sotto il solleone

NEWSLETTER
Iscriviti
X