Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

A
A
A

Banking, internet scopre i suoi leader. Ecco la top 10 di chi è posizionato meglio

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti24 aprile 2018 | 09:15

Con l’incedere inesorabile della digitalizzazione dei processi bancari diventa importante soffermarsi sul valore percepito dagli utenti in merito ai servizi offerti tramite internet dagli intermediari. A tal fine ci serviamo dei risultati di una nuova ricerca condotta da Doing, società italiana specializzata in ambito digitale, grazie al tool i-Leader che misura la leadership digitale. Più nel dettaglio stiamo parlando di un indicatore sintetico che valuta la capacità di aggregare consenso (popularity), di creare partecipazione (engagement) e di ottenere visibilità (reach) ed accettazione (SNPS – Sentiment Net Promoter Score). i-Leader si fonda su dati quantitativi raccolti dall’analisi della presenza online dei player coinvolti (Social Network e Web) per Brand, Influencer e Key-People. i-Leader misura la leadership di ciascun player in modo relativo ai competitor considerati e la esprime come “quota di leadership”. L’indice si fonda su KPI pubblici e diffusi su social network e web. È poi elaborato tenendo in conto ponderazioni che misurano l’importanza dei vari canali. Si esprime infine in forma di percentuali relative, attraverso una classifica ed una mappa di posizionamento.

Ebbene stando a quanto emerge dai dati relativi al mondo del banking, la classifica della ledearship vede prevalere Intesa Sanpaolo, seguita a ruota da Unicredit e Fineco. “Misurare la leadership digitale dei brand è quanto mai attuale e importante per comprenderne il posizionamento nel panorama digitale. Con questa seconda ricerca abbiamo voluto iniziare una serie di analisi verticali della digital leadership per settore di mercato. Il focus su una specifica categoria consente un’analisi approfondita di competitor e clienti ed è un prezioso strumento per pianificare azioni correttive ed espansive e verificarne l’andamento” spiega Marco Massarotto, founder di Doing. “Abbiamo selezionato le top company di ogni settore sulla base delle loro quote di mercato nel settore di riferimento e abbiamo valutato la capacità di ognuna di generare visibilità, partecipazione e consenso online“.

Qui di seguito la top 10 completa: 
1° Intesa Sanpaolo
2° UniCredit
3° Fineco
4° Ing Direct
5° Ubi Banca
6° N26
7° Monte dei Paschi di Siena
8° Banca Nazionale del Lavoro
9° Che Banca!
10° Credem

Per consultare i risultati completi delle ricerche è online il sito www.i-leader.it


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Nozze di perla nel private banking di Fideuram

Widiba, la tutela patrimoniale è on the road

Il “terzo incomodo” concorre alla radiazione di un ex Mediolanum

Fideuram, l’utile è in calo

Etf: le banche europee esposte per 140 miliardi

Frode fiscale: indagati 18 manager di Privat Kredit Bank

Una sola delibera e doppia radiazione di ex Finanza & Futuro

Le Traiettorie Liquide di Banca Generali

Societe Generale, talent scout nel fintech

Manovra, il governo cerca una difficile pace con la Commissione

Banche più sicure, ecco chi sono e come sceglierle

Banche italiane, oggi il verdetto degli stress test

Deutsche Bank, entra l’attivista Hudson Capital col 3%

Manovra, si studia un altro salva-banche

Credem mette nel mirino i grandi patrimoni

Mediobanca, Nagel attacca: “Il momento è molto triste”

Dal voto bruciati 200 miliardi degli italiani

Fondi: Fideuram, un nuovo comparto per il private

Banca Aletti, Varaldo nuovo a.d.

Manovra, e ora Moody’s boccia banche e aziende italiane

La scure di Credit Suisse sulle banche italiane

Credem sconta i problemi italiani

Manovra: per Ennio Doris è sbagliata dalla A alla Z

Fideuram, 50 anni e non sentirli

Il Giubileo straordinario di Fideuram visto dal veterano

Manovra, la pressione fiscale non scende

Salasso da 4 mld su banche e polizze

Manovra, stangata su banche e assicurazioni

Banche, si avvicina il novembre nero

Intrigo di ordini di bonifici, sospesa consulente

Banca Generali e Candy Crush per le ricette di innovazione

Fideuram: 50 anni da numero 1

Ecco come lo spread strozza le banche (e i risparmi)

Ti può anche interessare

Fineco ingaggia due ex Sanpaolo Invest a Roma

La rete guidata dal direttore commerciale Mauro Albanese si rafforza nel Lazio a spese di una delle ...

Banca Imi quota due nuove Obbligazioni Collezione

Si tratta di un’obbligazione a tasso misto in euro e di un’obbligazione tasso misto in dollari U ...

Portugal Telecom, le banche dovevano informare

Sportello Advisory risponde a un cliente incappato nel concambio Portugal Telecom, che lamenta l’a ...