Tempi brevi per la pre-iscrizione di autonomi e Scf

A
A
A

Il vice presidente dell’Organismo Consulenti Finanziari spiega a Bluerating.com come dovrà essere fatta l’istanza per affermare l’interesse a entrare nelle due nuove sezioni dell’Albo. E come passare dalla sezione dei cf abilitati all’offerta fuori sede a quella degli autonomi.

Marco Muffato di Marco Muffato10 maggio 2018 | 08:28

Cresce l’attesa per le nuove sezioni dell’Albo unico dei cf, quella dei Consulenti finanziari autonomi (Cfa) e delle Società di consulenza finanziaria (Scf). Bluerating.com ha chiesto novità in merito a Elio Conti Nibali (nella foto), vice presidente di OCF.

 Conti Nibali, nei mesi scorsi, in attesa della costituzione della sezione dei consulenti finanziari autonomi (Cfa, n.d.r) e delle Società di consulenza finanziaria (Scf, n.d.r.) OCF ha parlato della possibilità di una sorta di pre-iscrizione dei potenziali aventi diritto. Mi conferma questa opportunità?

Gliela confermo ma prima di rispondere nel merito faccio una premessa ricordando che è prevista una proroga della possibilità di esercitare la consulenza in materia d’investimenti che consente, agli aventi diritto già operativi alla data del 31 ottobre 2007, di continuare a esercitare la propria attività sino all’avvio di operatività dell’albo (art. 10, comma 5 del decreto legislativo n.129/2017). OCF, in questo contesto, verificherà che tutti i soggetti interessati -già operativi al 31 ottobre 2007- abbiano effettivamente i requisiti per poter essere iscritti alle nuove sezioni dell’Albo. Coloro che ritengono di possedere i requisiti per l’iscrizione alle sezioni dei Cfa e delle Scf dovranno pertanto presentare un’istanza dove si dimostri di detenere i requisiti previsti dal Regolamento Intermediari e dai Decreti Ministeriali n.206/2008, n. 66/2012 ovvero: il titolo di studiorichiesto, aver maturato un’esperienza di almeno 2 anni nell’ultimo triennio (articolo 7 del D.M. 206/2008, n.d.r.), avere i requisiti organizzativi(come per esempio le procedure sul conflitto d’interessi, gli elementi di natura economico-aziendale e l’adozione di misure necessarie ad adempiere agli obblighi specifici previsti dall’articolo 148 comma 2, lettera g, del Regolamento Intermediari, n.d.r.) e infine soddisfare precisi requisiti di onorabilità, patrimoniali, di indipendenza e di assenza di situazioni impeditive previste dal D.M. 206/2008.

A partire da quando potranno essere inviate le richieste di pre-iscrizione dei Cfa e delle Scf?

Appena Consob ci darà il via libera e non credo che si dovrà attendere ancora molto.

Quali requisiti dovranno possedere i Cfa e le Scf quando l’Albo andrà a regime?

Gli iscrivendi dovranno rispondere ai requisiti previsti dal Regolamento Intermediari che rinvia a Decreti Ministeriali che devono essere aggiornati ed emanati. Allo stato attuale, quindi e in assenza delle necessarie revisioni, i requisiti per l’iscrizione nelle sezioni dell’albo unico riservate ai Cfa e alle Scf sono pertanto quelli previsti dai Decreti Ministeriali 206/2008 e 66/2012. I candidati che vorranno iscriversi a regime dovranno cioè: possedereil titolo di studio richiesto,   sostenere la prova valutativa, a meno di non aver assunto determinate qualifiche e/o svolto determinate attività per almeno 2 anni nell’ultimo triennio – per esempio di consulente finanziario abilitato con mandato (come prescrive l’articolo 2 del D.M. 206/2008, n.d.r.), possedere il requisito di esperienza professionale che dovrà essere disciplinato dal Decreto Ministeriale del MEF ancora non aggiornato/emanato. E poi dimostrare di possedere i requisiti organizzativi,di onorabilità, patrimoniali, di indipendenza e assenza di situazioni impeditive di cui dicevo in precedenza.

E i cf abilitati all’offerta fuori sede che intenderanno iscriversi nella sezione dei cf autonomi?

Auspicando che il MEF accolga le richieste di modifica trasmesse da OCF, dovranno dimostrare il possesso di tutti i requisiti citati a eccezione del superamento della prova valutativa. Il possesso del requisito di esperienza professionale andrà valutato alla luce del contenuto dell’atteso Decreto del MEF.

Che messaggio vuole dare ai professionisti che si iscriveranno alle tre sezioni?

OCF ha fatto e sta facendo un lavoro importantissimo, con svariati cantieri, ha inserito nella struttura nuove risorse per essere pronta alle inedite responsabilità connesse all’Albo Unico, che comprendono lo ricordo tre sezioni e la vigilanza sugli iscritti.  Non posso dimenticare inoltre il sostegno prezioso che ha ricevuto in questi mesi l’OCF anche dalle associazioni di categoria.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, terremoto all’Ocf

Strage di Paternò, il responsabile non era un cf

Albo unico Ocf, al via la campagna di comunicazione

OCF, Tofanelli (Assoreti): “Nuovo statuto garanzia per tutti”

Bufi (Anasf): “Altre associazioni in OCF? Benvenute se rappresentative”

OCF, ecco il nuovo statuto

Marucci (Federpromm) a Bufi (Anasf): “Di che cosa hai paura?”

Scf e consulenti autonomi, il nodo della rappresentatività

Esame per l’albo dei cf, la scadenza per la prova di Milano

Consulenti, esame light per i commercialisti

Commercialisti, riformulato e ripresentato l’emendamento salta-esame OCF

Bufi (Anasf): “La politica ha dato un segnale chiaro alla Consob”

Emendamento shock: commercialisti iscritti d’ufficio all’Albo cf

Rabitti Bedogni (Ocf): “Il nuovo Albo da ottobre 2018”

Mainò (Nafop): “Offerta fuori sede dei cf autonomi? Giustizia è fatta”

Non è una professione per giovani

Albo cf, donne e giovani si fanno spazio

Esame Albo Ocf, lunedì 12 giugno ultimo giorno per iscriversi

Commercialista o consulente finanziario? La risposta nel 2018

False notizie sui cf, troppa disinformazione

Consulente finanziario condannato, la Consob lo sospende per un anno

Se il commercialista è anche un consulente finanziario

I cf “eccellenza” italiana come vino e design

Soldi sottratti ai clienti, radiato un ex di Banca Widiba

Omicidio Trento: il responsabile non era un consulente finanziario

Ti può anche interessare

Banca Generali batte le stime e sale a 58 miliardi di masse

Incremento dell’11% su base annuale. La raccolta di 3,15 miliardi in 6 mesi guida lo sviluppo dell ...

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza e ciclismo si fondono in una iniziativa targata Banca Mediolanum. La società, già spons ...

Intesa Sanpaolo, utile sopra i 3 miliardi

Ottima prova trimestrale per il gruppo bancario ...