Azimut, frenata d’inizio anno

A
A
A

i ricavi consolidati sono stati pari a 182,3 milioni di euro, rispetto ai  214,7 milioni del primo trimestre 2017 e l’utile netto consolidato è stato pari a 26,4 milioni di euro (rispetto ai 72,9 milioni del primo trimestre 2017).

Chiara Merico di Chiara Merico10 maggio 2018 | 15:00

FRENATA DI INIZIO ANNO – Inizio d’anno in frenata per Azimut: la società guidata da Sergio Albarelli ha archiviato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo con utili, ricavi e patrimonio in calo rispetto allo stesso periodo del 2017. Nel dettaglio, i ricavi consolidati sono stati pari a 182,3 milioni di euro, rispetto ai  214,7 milioni del primo trimestre 2017. Il reddito operativo consolidato è stato pari a 38,8 milioni di euro (rispetto agli 83,5 milioni del primo trimestre 2017), e l’utile netto consolidato è stato pari a 26,4 milioni di euro (rispetto ai 72,9 milioni del primo trimestre 2017). Il patrimonio totale a fine marzo 2018 si attesta a 50,6 miliardi di euro (51,1 miliardi a fine aprile), comprensivo del risparmio amministrato e gestito da case terze direttamente collocato. La posizione finanziaria netta consolidata a fine marzo 2018 risultava positiva per circa 130,4 milioni di euri, sostanzialmente in linea rispetto ai 134,9 milioni di fine dicembre 2017.

DIVIDENDO A 2 EURO PER AZIONE – La nota della società ricorda inoltre che l’Assemblea dei soci ha approvato la distribuzione di un dividendo di 2 euro per azione al lordo delle ritenute di legge (rispetto a 1 euro per azione del 2016). Il dividendo di 2 euro sarà pagato per il 50% in contanti e per il rimanente 50% in azioni proprie detenute in portafoglio dalla società (cfr. CS del 8/3/2018 e 24/4/2018). Positiva l’attività di reclutamento in Italia di consulenti finanziari e private banker: nel primo trimestre del 2018 il gruppo e le sue divisioni hanno registrato 41 nuovi ingressi, portando il totale del gruppo Azimut a fine marzo a 1656 unità. Sergio Albarelli, ceo del gruppo, sottolinea: L’incertezza e l’elevata volatilità dei mercati in questi primi mesi del 2018 hanno penalizzato i risultati del periodo, incidendo maggiormente sulle commissioni variabili. Tuttavia, forti della nostra solidità e flessibilità del modello di business, guardiamo con fiducia al prosieguo dell’anno, continuando a creare valore per i nostri azionisti. La recente assemblea dei soci ha difatti deliberato la distribuzione di un dividendo di 2 euro per azione, equivalente a un payout superiore al 100% e con il più alto yield delle società dell’indice Ftse Mib”.

 

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, largo alle donne nella rete

Azimut, alleanza con Passera

Azimut: raccolta sopra i 2 miliardi e un nuovo acquisto

Azimut, in cerca di partner e sulla rotta giusta

Azimut: Giuliani si gode la sua rivincita

Azimut, la domanda senza risposta

Azimut, inizia la svolta sulle fee

Reti Champions Leaugue: Foti-Rebecchi, duello per la vetta

Azimut, faro su Londra

Consulenti, Mei saluta Deutsche Bank e guarda oltre

Intesa e Azimut, stretta di mano per i servizi ai cf

Azimut: per Giuliani il bello deve arrivare

Azimut Libera Impresa, è tempo di prequel

Prosegue lo sviluppo della rete Banco Desio

Azimut, vincenti perché indipendenti

Azimut fa compagnia a Gasperini

Azimut, impennata di utili e ricavi

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Azimut, Fineco e Banca Generali: le sorelle dalla super crescita

Azimut, sarà una trimestrale da sogno

Consulenti, così si lavora in Azimut

Caccia grossa nel risparmio gestito

Azimut, un’Idra a 5 teste

Azimut, Giuliani punta oltre i 300 milioni

Azimut fa la manita nel reclutamento

Borsa, anche Azimut tra i soci della matricola Nexi

Bocci, il big manager di Azimut aspirante sindaco a Firenze

Azimut: sboccia la raccolta a primavera

Azimut va in orbita con Umbragroup

Azimut, la buonuscita milionaria di Albarelli

Azimut, pronto il nuovo cda

Reti Champions League: Mossa e Rebecchi dominano le prime due giornate

Reti, cedole da applausi

Ti può anche interessare

Bper, nozze in vista con Unipol

L'ad Alessandro Vandelli potrebbe annunciare l'integrazione alla presentazione del piano industriale ...

Consulenza e certificati, il punto sull’efficienza fiscale

Tassazione e portafoglio: l'efficienza fiscale con i certificati di investimento ...

Consulenti, una nuova alternativa per chi vuole uscire dalle reti

Se lavorare nel mondo delle reti vi ha stancato, oltre alla consulenza indipendente la cronaca ci mo ...