Widiba, la versione di Giacomelli

A
A
A

L’ex responsabile della rete dei consulenti finanziari dell’istituto in forza al gruppo Mps, conferma in una nota la notizia data da Bluerating.com sul suo licenziamento. E passa al contrattacco.

Marco Muffato di Marco Muffato15 maggio 2018 | 11:40

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa nota di Massimo Giacomelli (nella foto) a commento della notizia pubblicata ieri da Bluerating.com in relazione al suo licenziamento.

“Al fine di fare chiarezza sulle indiscrezioni che da giorni circolano sul mio conto, intendo confermare che Widiba, nei giorni scorsi, ha deciso unilateralmente di interrompere il nostro ventennale rapporto professionale. Tramite i miei legali, ho già impugnato il licenziamento e mi appresto a proporre tutte le azioni necessarie, in tutte le sedi giudiziarie competenti, ai fini del ristoro dei danni patrimoniali e non patrimoniali subiti a causa dell’azione di Widiba.

In questi mesi sono stato destinatario di pretestuosi addebiti di violazione del dovere di fedeltà e di buona fede e correttezza e di una azione iniziata alla fine del 2017 e finalizzata al mio logoramento personale e professionale. Ho sempre operato con professionalità e dedizione, nonostante la crescente ostilità proveniente dall’ambiente lavorativo negli ultimi mesi, particolarmente impegnativa e provante dal punto di vista personale.

Auspico che l’interruzione del rapporto di lavoro, la cui infondatezza risulterà provata nelle sedi opportune, ponga la parola fine alle condotte vessatorie e denigratorie poste in essere ai miei danni. Condotte che, a mio parere, possono essere lette nell’ambito di un più ampio disegno aziendale volto ad espellere, con ogni mezzo e nel più breve tempo possibile, un dirigente ormai ritenuto scomodo a seguito del contrasto sorto con la direzione aziendale dato che, legittimamente, avevo espresso perplessità su alcune scelte organizzative che hanno generato un crescente malcontento tra gli oltre 600 consulenti finanziari e manager della rete commerciale di Widiba che, come noto, ho contribuito a creare e della quale, fino all’altro giorno, ero responsabile”.

 

 


1 commento

  • Avatar Luca Zaccagnini says:

    Massimo è parte integrante della storia della rete di promozione di MPS e ne è stato la colonna portante per moltissimi anni. Abbiamo lavorato insieme per oltre 10 anni in contesti anche molto difficili, mi viene spontaneo pensare a lui come a un grande professionista oltre che una persona seria ed estremamente corretta che certo non si merita quello che gli sta succedendo. Forza e coraggio! Luca

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, quando il bonus è a rischio

Mifid 2, Italia studente modello

Fideuram ISPB, raccolta monstre a giugno

Consulenti, ecco la Face App delle reti

Enasarco, le dritte in vista delle elezioni

Consulenti, italiani stuzzicati dal risparmio gestito

Credem sempre pronta al bagher

Fee only, sfondata quota 200

Consulenti, le istruzioni per conquistare i Millennials

Rendiconti Mifid 2, ecco i documenti assicurativi di Azimut

Reti e mutui, ecco i più convenienti

Credem, ora ti aiuta Emily

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Mediolanum, così parlò di Montigny al Fed

IWBank come il Milan di Sacchi

Azimut a Palazzo Mezzanotte, pronta per la nuova sfida

Consulente, per il cliente sei come Wikipedia

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Azimut, impennata degli afflussi

IWBank, give me five

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

ConsulenTia19, i momenti Anasf a Bologna

Ocf, la campagna tutta digitale a misura di consulente

Federpromm: allarme immobiliare per le famiglie

Fee only, più della forma conta la sostanza

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Consulenti: CheBanca! porta i manager nella città dei sassi

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

H2O e Allegro, un fondo dai due volti

Consulenti: tale cliente padre, tale cliente figlio

Consulenti: AcomeA vi spiega la Trade War

Ti può anche interessare

Consulenti, così nasce un vero leader

Le quattro regole d’oro per chi vuol essere un buon capo senza trasformarsi in un tiranno ...

Anasf, finanza tra realtà e illusione

Uno spettacolo in esclusiva per i soci  ...

Goldman Sachs, rivoluzione al vertice

Dal prossimo 1 ottobre John E. Waldron diventerà presidente e chief operating officer della banca a ...