I fondi di Sofia ora sono di Azimut

A
A
A

Completata da parte della sgr del gruppo, che fa capo a Paolo Martini, l’acquisizione del ramo d’azienda relativo alle gestioni della società in amministrazione straordinaria.

Andrea Telara di Andrea Telara25 maggio 2018 | 09:02

L’operazione era stata già annunciata nel febbraio scorso e ora si è conclusa definitivamente. Azimut Holding , tramite la controllata Azimut Capital Management Sgr, ha perfezionato l’acquisto del ramo d’azienda di Sofia Sgr (dedicato alla gestione collettiva del risparmio e alla gestione individuale dei portafogli.

L’operazione fa sì che quattro fondi comuni di investimento precedentemente gestiti da Sofia Sgr passsino sotto le insegne di Azimut assieme a 40 consulenti finanziari, ai quali sono riconducibili assets under management pari di circa 950 milioni (dato al 23 maggio 2018).

Come annunciato lo scorso 19 febbraio, Azimut Sgr ha corrisposto a Sofia (società oggi in amministrazione straordinaria) un corrispettivo base di 3 milioni di  euro; l’eventuale residua parte variabile del prezzo sarà corrisposta decorsi ventiquattro mesi dal closing e sarà determinata in base al volume e alla redditività netta degli asset under management trasferiti ad Azimut Sgr.

Paolo Martini (nella foto), ceo di Azimut Sgr ha commentato: “Questa operazione si inserisce nella più ampia strategia di crescita di Azimut Capital Management Sgr in Italia, dove da sempre ci distinguiamo quale punto di riferimento per consulenti finanziari e per boutique di settore interessati ad accedere ad una piattaforma aperta di prodotti e servizi di elevata qualità caratterizzata da un contesto lavorativo indipendente e fortemente orientato al business. Con l’integrazione del ramo di Sofia, oltre ad accrescere la struttura di rete e la divisione Wealth Management, con l’arrivo di 40 nuovi colleghi, inseriamo anche 4 professionisti nell’area delle gestioni patrimoniali di Azimut Capital Management, il cui patrimonio oggi supera i 6 miliardi di euro in Italia, e 2 professionisti nell’area gestione fondi e advisor, rafforzando ulteriormente un segmento rilevante a beneficio della clientela, attuale e potenziale”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, tre motivi per cui fa gola a Mediobanca

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Azimut, raccolta a tutto gas

Azimut? Vale 50 euro

Azimut, Donatoni si prende il WM…e non solo

Azimut, utile sopra le attese

Azimut pigliatutto nei reclutamenti

Azimut, l’estero trascina la raccolta

Debutta Azimut Private Debt

Parte IMPact Sim, i tre supergestori ex di Azimut tornano in scena

Azimut, che colpi nel Nord Ovest

Il ruggito di Azimut nel reclutamento

Fideuram ISPB in cima, Azimut in fondo

Il deal Sofia fa bene alla raccolta di Azimut

Peninsula, dove investe il nuovo socio di Azimut

Azimut, Giuliani: “Credono in noi”

Azimut si rafforza con un nuovo socio

Azimut investe nell’olio biologico

Azimut prende 11 private banker da Fineco

Azimut, nuovo socio in vista

Timone Fiduciaria salirà in Azimut

Azimut, frenata d’inizio anno

 Azimut, patto di sindacato in manovra

Azimut, l’estero sorregge la raccolta

Azimut e Banca Generali regine dei dividendi

Reclutamento, tre big in doppia cifra

Martini (Azimut CM): “I nostri piani per il ricambio generazionale”

Azimut CM, il 2018 parte a forza 20

Azimut, arriva il cedolone

Albarelli (Azimut): “Così lavora il nostro Global Team di gestori”

Azimut, marzo deboluccio

Le donne d’oro, Di Pietro (Azimut): “Contano i numeri”

Azimut, compreremo ancora

Ti può anche interessare

Rendite finanziarie, si allarga il prelievo al 26%

Secondo quanto riporta il Sole24Ore, l’aliquota fissa verrà estesa anche ai dividendi e alle plus ...

Appropriazione indebita, radiato un consulente ex di Banca Generali

Il professionista è originario della provincia di Venezia ha operato in passato per la rete di Banc ...

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

In un'intervista a Milano Finanza, il fondatore di Banca Mediolanum ha analizzato nel dettaglio l'im ...