Opzioni binarie, divieto di vendita al retail

A
A
A

Ora è ufficiale: l’authority europea Esma imporrà agli intermediari di non collocare questi strumenti finanziari agli investitori privati nei prossimi 3 mesi. Restrizioni anche sui cfd.

Andrea Telara di Andrea Telara6 giugno 2018 | 09:20

Divieto di vendere le opzioni binarie al retail, cioè alla vasta platea dei risparmiatori privati. A stabilirlo è l’authority europea Esma che ha fatto scattare questa prescrizione già dal 1° giugno. Restrizioni (ma non divieto) anche su un’altra categoria di prodotti finanziari derivati: i cfd (contract for difference), a partire dal 1° agosto.

Le nuove misure, sintetizzate nel nuovo Avviso dell’Esma del 1 giugno e pubblicate dettagliatamente sulla Gazzetta ufficiale Ue in pari data nonché sul sito Consob (al seguente link http://www.consob.it/web/area-pubblica/mifid-2), sono valide per tre mesi dalla data di adozione in quanto, in base alla normativa (Regolamento Mifir – Markets in financial instruments regulation), i divieti Esma possono avere carattere solo temporaneo, durata trimestrale e prorogabile per un ulteriore trimestre. Prima della scadenza, Esma può tuttavia deciderne la proroga per un ulteriore periodo di tre mesi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Derivati, parte l’offensiva della vigilanza dopo Mifid 2

Mercati, obbligazionari con la leva

Cfd, l’Esma ha fatto cilecca

Ti può anche interessare

Widiba sulla via (di) Augusta

Nasce un nuovo polo di educazione finanziaria per rispondere alle crescenti esigenze locali di piani ...

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Lo slancio digitale della banca italiana ...

Etf, quando gli smart beta cambiano il benchmark

State Street Global Advisors annuncia miglioramenti alla propria gamma di etf Smart Beta Value ...