Opzioni binarie, divieto di vendita al retail

A
A
A

Ora è ufficiale: l’authority europea Esma imporrà agli intermediari di non collocare questi strumenti finanziari agli investitori privati nei prossimi 3 mesi. Restrizioni anche sui cfd.

Andrea Telara di Andrea Telara6 giugno 2018 | 09:20

Divieto di vendere le opzioni binarie al retail, cioè alla vasta platea dei risparmiatori privati. A stabilirlo è l’authority europea Esma che ha fatto scattare questa prescrizione già dal 1° giugno. Restrizioni (ma non divieto) anche su un’altra categoria di prodotti finanziari derivati: i cfd (contract for difference), a partire dal 1° agosto.

Le nuove misure, sintetizzate nel nuovo Avviso dell’Esma del 1 giugno e pubblicate dettagliatamente sulla Gazzetta ufficiale Ue in pari data nonché sul sito Consob (al seguente link http://www.consob.it/web/area-pubblica/mifid-2), sono valide per tre mesi dalla data di adozione in quanto, in base alla normativa (Regolamento Mifir – Markets in financial instruments regulation), i divieti Esma possono avere carattere solo temporaneo, durata trimestrale e prorogabile per un ulteriore trimestre. Prima della scadenza, Esma può tuttavia deciderne la proroga per un ulteriore periodo di tre mesi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Derivati, parte l’offensiva della vigilanza dopo Mifid 2

Mercati, obbligazionari con la leva

Cfd, l’Esma ha fatto cilecca

Ti può anche interessare

Foti (Fineco): “Le nostre strategie per il 2019”

Un numero di consulenti che resterà più o meno invariato e le nuove sfide dei prospetti Mifid 2. L ...

Mps, avanti con la ristrutturazione della rete

Il 10 ottobre un incontro con i sindacati per il piano Pegaso2 che prevede tagli al personale e camb ...

Fideuram va in buca con gli open d’Italia di golf

Per il secondo anno consecutivo Fideuram è stata partner dell’Open D’Italia di Golf, giunto all ...