La parcella fa parlare i consulenti indipendenti

A
A
A

I temi più caldi del mondo fee only sono e saranno discussi insieme a Consultique

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti12 giugno 2018 | 12:00

Mifid 2 ha sdoganato il concetto di indipendenza, con i modelli remunerativi di agenti e consulenti del settore finanziario che stanno subendo delle modifiche e gli operatori del settore che possono, con il nuovo Albo unico dei consulenti finanziari in partenza da dicembre 2018, scegliere cosa fare e quindi se continuare a lavorare per banche e reti commerciali oppure diventare professionisti fee only avviando uno studio professionale o creando una società di consulenza finanziaria.

Questi sono i temi caldi di interesse di chi lavora nel settore finanziario e che sta cercando un nuovo percorso di evoluzione professionale. Temi che hanno coinvolto anche il Roadshow Consultique & Friends, giunto al suo terzo anno (le prossime tappe sono a Firenze | 20 giugno – Padova | 26 giugno – Torino | 5 luglio – Napoli | 19 luglio).   Ma come sta andando questo tour? Lo abbiamo chiesto a Luca Mainò, cofondatore di Consultique SpA, società di consulenza indipendente nata nel 2001, che ha sviluppato un network di studi professionali.

Qual è il primo bilancio del roadshow?

Curiosità, voglia di indipendenza e ricerca di maggiore gratificazione professionale sono tra i motivi principali del successo del nostro Roadshow, a cui partecipano con entusiasmo promotori, private, gestori corporate e altri professionisti. Siamo particolarmente soddisfatti per lo spessore degli speaker coinvolti e per gli argomenti di estremo interesse del format. I numeri confermano il trend di crescita della consulenza indipendente e dell’attenzione sia da parte degli “advisor” che dei “product providers” (etf, certificates, fondi quotati, banche online, roboadvisor) interessati ad intercettare le esigenze degli indipendenti per poter offrire prodotti sempre più efficienti per i clienti.

Quali sono gli argomenti che hanno riscosso maggiore interesse?

Anzitutto i partecipanti vogliono sapere esattamente quali sono i servizi erogabili ai clienti e a quali parcelle. Inoltre abbiamo previsto un approfondimento sulla nuova normativa, in particolare sui vari modelli di remunerazione esistenti sul mercato, fee only, fee offset, fee & commission e commission only. Affrontiamo poi il tema dell’avvio dello studio professionale o della società di consulenza con una bozza di business plan che può essere d’aiuto per iniziare a pianificare il passaggio dalla vecchia alla nuova professione. Infine, si entra nel merito dei servizi Consultique, dedicati alla community degli indipendenti, con un approfondimento sulla nuova piattaforma IFAnet 4.0 aggiornata con tutti i nuovi adempimenti previsti dal regolamento Consob.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti autonomi, meglio da soli o con una Scf?

Sos iscrizione all’albo, Nafop in prima linea

Gli amici di Consultique

Ti può anche interessare

App bancaria “I love you”

La digitalizzazione avanza e stravolge le abitudini dei clienti bancari ...

Cambio al vertice di CNP Partners Italia

La scelta è ricaduta su Gilles Ferréol, già chief financial officer della società ...

Un Campus per i cf Fideuram

La struttura di Peschiera Borromeo è sempre più il cuore delle attività formative ...