Pasquini al vertice di Mps Leasing & Factoring

A
A
A

Il manager, già vice direttore generale vicario e responsabile della direzione crediti di MPS Leasing & Factoring, subentra a Enzo Nicoli nel ruolo di direttore generale.

Chiara Merico di Chiara Merico13 giugno 2018 | 09:14

LA NOMINA – Simone Pasquini, 55 anni, è il nuovo direttore generale di MPS Leasing & Factoring. Lo ha nominato il consiglio di amministrazione della banca per i servizi finanziari alle imprese del gruppo Montepaschi, che ha rivolto un sentito ringraziamento all’ex dg Enzo Nicoli, in uscita per raggiungimento dell’anzianità pensionistica, per l’attività svolta in un periodo particolarmente complesso per il settore. Simone Pasquini, già vice direttore generale vicario e responsabile della direzione crediti di MPS Leasing & Factoring, ha maturato tutta la propria esperienza professionale all’interno del gruppo Montepaschi, ricoprendo in precedenza vari incarichi di responsabilità in MPS Capital Services, la corporate & investment bank del gruppo. In particolare, oltre alla direzione del comparto creditizio, ultimo ruolo ricoperto in MPS Capital Services, ha rivestito cariche nell’ambito della segreteria generale, raccolta e tesoreria e risorse umane. Ha sviluppato, inoltre, esperienze di amministratore prestando servizio come consigliere in società partecipate dal gruppo Montepaschi in vari settori economici. “E’ per me motivo di grande soddisfazione assumere la guida di MPS Leasing & Factoring – ha dichiarato Simone Pasquini –, una nuova sfida professionale che accolgo con impegno e determinazione. MPS Leasing & Factoring ha una grande squadra di professionisti e rappresenta un’eccellenza nel mercato del credito specializzato in Italia. Sono sicuro che con la collaborazione di tutti i colleghi potremo proseguire nel percorso di crescita intrapreso dalla banca”. MPS Leasing & Factoring, banca per i servizi finanziari alle imprese, è il centro di specializzato del gruppo Montepaschi nello sviluppo e nell’offerta di pacchetti integrati di leasing e factoring per le imprese, gli artigiani e i professionisti. La banca, nata per capitalizzare e sviluppare l’esperienza del gruppo in questo specifico settore con elementi di innovazione a livello di prodotti, servizi e canali distributivi, si colloca a livello nazionale tra i principali operatori di mercato nei due specifici settori.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

Mps, exit strategy del Mef

Mps, boom del bond

Mps, i pm chiedono 8 anni per Mussari

Mps, pulizia da 8 miliardi

Mps e i preparativi per le nozze

Mps, i 2 paperoni di Widiba

Diamanti in banca, partono i rimborsi

Truffa diamanti, “margini fino al 18% per la banche”

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Mps valuta il bond rateizzato

Mps torna sul mercato, bond da 750 mln

Competenze, competizione e crescita per il private di Mps

Mps torna sul mercato

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Proseguono le “pulizie” in casa Mps

Mps-Axa, ecco la fusion tra unit linked e gestione separata

Mps, avanti sulla cartolarizzazione delle sofferenze

Mps, il private si tinge di Candriam

Si riempie l’Officina Mps

Mps affida la finanza a Rovellini

Private, si rafforza l’alleanza tra Mps e Allianz Gi

Mps, Foltran alla guida dell’area mercati e prodotti wealth management

Widiba più forte con 70 milioni

Mps, gran rientro nel mercato obbligazionario

Mifid 2, disguidi in partenza per i consulenti delle banche

Mps e Mastercard rinnovano la partnership

Vitto (Mps): “Così crescerà il nostro private banking”

Mps rilancia il private banking

Banca Mps, un premio allo spot

Azionisti Mps, ecco le possibilità di rivalsa

Mps, lo Stato sopra il 68%

Mps, confermati Morelli e Falciai

Ti può anche interessare

Deutsche Bank, tira aria di fusione

In Germania c’è chi è pronto a scommetterci ...

Carige, corsa a due tra Unicredit e Ubi

La famiglia Malacalza dà il via libera alla ricapitalizzazione. Intanto i commissari lavorano per t ...

Fideuram, 50 anni e non sentirli

Il perché di un successo: grandi manager e ottima reputazione. E la riuscita integrazione sotto l ...