Sospetti di appropriazione indebita, sospeso un ex cf di Banca Mediolanum

A
A
A

Trovati bonifici sospetti a favore di persone della sua cerchia.

Andrea Telara di Andrea Telara20 giugno 2018 | 08:55

Una lunga sfilza di bonifici sospetti a favore di persone conoscenti o amiche, per un totale di 100mila euro. E’ quella che ha portato alla sospensione dall’Albo per 60 giorni di Paolo Parente, classe 1962, originario di Roma e consulente finanziario ex di Banca Mediolanum. Si tratta, va ricordato, di un provvedimento cautelare, in attesa di ulteriori accertamenti. E’ stata proprio la banca a segnalare alla Consob le anomalie rilevando movimenti anomali sui conti correnti della società.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, reclutamento da record

Operazioni sospette, sospeso un ex Credem

Bonifici sospetti, sospeso un consulente finanziario

Ti può anche interessare

Ubi Banca, sale l’utile

Ubi Banca ha chiuso il 2018 con un utile netto di 302,4 milioni di euro, in crescita rispetto ai 188 ...

Intesa, frenano asset management e private banking

Proventi operativi netti i per 1,878 miliardi di euro er il private (-2,5% sul 2017), e risultato ne ...

Credem si prende una fetta di Blue Eye

Il Gruppo ha acquisito il 20% della pmi, che produce software innovativi per la gestione elettronica ...