Consulenti sempre più sul trono del gestito

A
A
A

Importante crescita della raccolta segnalata da Assoreti. Il 75% degli apporti netti dell’industria degli oicr aperti arriva dai consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti3 luglio 2018 | 11:27

Ci eravamo lasciati lo scorso mese con i dati di aprile che mostravano una raccolta solida da 2,6 miliardi di euro. Con l’avvento di maggio i numeri rilevati da Assoreti indicano un ulteriore incremento dei risultati per le reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Nel dettaglio gli afflussi segnano quota 3,3 miliardi di euro, evidenziando un incremento del 28,5% rispetto al mese precedente. Gli investimenti netti sui prodotti del risparmio gestito risultano pari a 1,6 miliardi di euro e registrano una crescita del 9,6% per effetto dei volumi di raccolta realizzati sui prodotti assicurativi, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti in regime amministrato è positivo per 1,7 miliardi di euro e vede una crescita del 53,2% riconducibile agli investimenti realizzati su titoli di Stato e azioni. Le risorse destinate al comparto assicurativo/previdenziale ammontano a poco meno di 1,4 miliardi di euro, valore più che raddoppiato rispetto ai risultati del mese precedente. Le dinamiche di crescita si riscontrano su tutte le tipologie di prodotti assicurativi ed assumano maggiore incisività sulle unit linked: i premi netti confluiti su tali prodotti assicurativi si attestano su un valore complessivo di 767 milioni di euro (+263,8%), mentre le polizze vita tradizionali ed i prodotti multi-ramo registrano rispettivamente flussi di raccolta netta per 264 milioni (+81,0) e 281 milioni (+25,0%).

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è positiva per 464 milioni di euro (-40,6%): le risorse confluite sulle gestioni collettive di diritto estero ammontano a 502 milioni di euro mentre il bilancio mensile degli OICR di diritto italiano è negativo per 32 milioni di euro. Il saldo delle movimentazioni effettuate sulle gestioni patrimoniali individuali è negativo per 240 milioni di euro: i disinvestimenti coinvolgono principalmente le GPM (-181 milioni) e in maniera più contenuta le GPF (-59 milioni). Il contributo mensile delle reti al sistema di OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare di 1,5 miliardi di euro e si confronta con i disinvestimenti netti realizzati nel complesso dagli altri canali distributivi (-3,8 miliardi). Da inizio anno l’apporto delle reti sale, così, a 6,8 miliardi di euro e rappresenta il 75,3% degli investimenti netti complessivi realizzati sulle gestioni collettive aperte (9,0 miliardi di euro). La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è positiva per 501 milioni di euro: gli acquisti prevalgono sui titoli di Stato, con una raccolta netta superiore ad 1,0 miliardo di euro, e sui titoli azionari (377 milioni), mentre sulle altre tipologie di strumento finanziario si riscontra la maggiore incidenza degli ordinativi di vendita. La raccolta di risparmio sotto forma di liquidità è positiva per 1,2 miliardi di euro (- 18,8%). A fine mese i clienti primi intestatari dei contratti salgono a 4,133 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anasf-Assoreti, accordi e disaccordi

Raccolta, Mossa siede sul trono di aprile

Assoreti: ad aprile la raccolta ringrazia gli assicurativi

Reti, patrimonio in crescita 

Reti: a marzo Fineco batte Fideuram al fotofinish

Contributi Consob, ora i consulenti vogliono un taglio

Reti, più clienti e un po’ di consulenti in meno

Reti, a Foti il trono della raccolta di febbraio

Consulenti, rinvio in vista per i rendiconti Mifid 2

Assoreti: il 2018 è la vera prova di forza dei cf

Assoreti, a novembre riparte la raccolta

Assoreti, l’amministrato spinge la raccolta a ottobre

Assoreti, cresce il patrimonio a settembre

Allarme reti, gestito in rosso dopo due anni e mezzo

Reti, il gestito torna a sorridere

Tra Anasf e Assoreti serve più dialogo

Catania (McKinsey): “Valorizzare il ruolo del consulente”

Assoreti: parte la grande sfida della Mifid 2

Assoreti, il debutto di Molesini

J’accuse Anasf, Santorsola: “Non è un sindacato”

Consulenza, le sfide del futuro al convegno Assoreti

Fideuram ISPB vince la tappa, Mediolanum prima in gestito

Reti, amministrato meglio del gestito a luglio

Consulenza, la formazione al servizio dell’industria

Procapite, vincono Bnl Bnp Paribas e Generali

Reti, raccolta positiva a giugno, polizze con meno appeal

Assoreti, Molesini presidente

Assoreti, l’amministrato spinge la raccolta ad aprile

Assoreti, Colafrancesco lascia

OCF, Tofanelli (Assoreti): “Nuovo statuto garanzia per tutti”

Assoreti, patrimonio stabile nel primo trimestre

Assoreti, raccolta ancora positiva a marzo

Buone regole da migliorare

Ti può anche interessare

CheBanca!, semestrale costellata da segni più

Le masse gestite sono risultate in crescita a oltre 23 miliardi di euro, con un totale degli attivi ...

Banca Generali e Candy Crush per le ricette di innovazione

Il confronto fra il ceo Mossa e Zacconi che ha creato il gioco su smartphone più famoso al modo. ...

JPMorgan lancia la sfida alle banche

I piani di crescita della società ...