Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

A
A
A

Risultato di giugno in linea con maggio, ma cambia la composizione degli afflussi e non solo…

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti5 luglio 2018 | 16:44

Sono stati comunicati i nuovi dati della raccolta di Fineco, relativi al mese di giugno. A livello numerico assistiamo all’apparenza a un mese “fotocopia” con 674 milioni di euro contro i 686 di maggio. Quello che cambia è la composizione dele risultato: se a maggio la quota di gestito era pari al 38%, ora la stessa raggiunge quasi la metà degli afflussi, pari al 46% circa, inoltre il dato del mese risente della tipica stagionalità delle imposte pagate dalla clientela a conferma che Fineco è sempre più utilizzata dai suoi clienti come banca di riferimento. A giugno tali imposte sono state pari a € 186 milioni e si precisa che ulteriori € 113 milioni verranno incluse nella raccolta netta del prossimo mese avendo data operazione 2 luglio. Si rammenta che a giugno dello scorso anno le imposte pagate dalla clientela ammontavano a € 258 milioni.

• Raccolta netta nel solo mese di giugno: € 674 milioni (+48% a/a), di cui € 312 milioni raccolta gestita (+5% a/a)

• Raccolta netta da inizio anno: € 3.596 milioni (+24% a/a), di cui raccolta gestita pari al 44%

• Guided Products da inizio anno: € 1.417 milioni, di cui 371 milioni in giugno (+25% a/a). Incidenza dei Guided Products sullo stock AuM al 64% (+5 p.p. a/a)

• Totale attività finanziarie segmento Private: € 27,0 miliardi (+13% a/a)

• Oltre 1.240.000 i clienti totali (+7% a/a), di cui 10.766 nel solo mese di giugno (+15% a/a)

• 14,4 milioni di ordini eseguiti nel primo semestre 2018 (+6% a/a)

A margine di questi risultati Alessandro Foti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FinecoBank, ha avuto modo di sottolineare gli elementi vincenti di questo trend di raccolta positivo:

“Anche il mese di giugno ha visto una raccolta molto robusta, confermando da un lato la solidità di un modello altamente diversificato e la strategia centrata sulla crescita organica, dall’altro la capacità dei nostri professionisti di fornire ai clienti una consulenza evoluta. Il dato si inserisce in uno scenario che vede Fineco sfruttare due trend che stanno trasformando la società italiana: la digitalizzazione e la richiesta di consulenza. Elemento, quest’ultimo, che si traduce anche a giugno in un’ulteriore accelerazione di nuovi flussi verso le soluzioni di consulenza evoluta. In questo contesto, il rafforzamento del segmento Private conferma la perfetta combinazione di consulenza evoluta con servizi tecnologicamente avanzati, rivolti alla clientela di fascia alta”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali e Candy Crush per le ricette di innovazione

Fideuram: 50 anni da numero 1

Ecco come lo spread strozza le banche (e i risparmi)

Generali lungo il canale

Banche italiane a caccia di soldi

Governo a muso duro con le banche

Ubi Banca cambia volto

Il “buy” del consulente – 01/10/18, da Alkemy a Cnh Industrial

Doris: la consulenza va pagata

Le banche possono affondare il populismo

C’è Tavano per il banking italiano di Hsbc

Banche, il wealth management le fa ricche

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Ti può anche interessare

Non solo rete, Fineco leader nel trading su azioni

La banca guidata da Alessandro Foti al primo posto nel 2017 nei volumi come intermediario sulle azio ...

Scf e autonomi, i dubbi in attesa di Consob

Nel corso di un incontro di Ascosim, scf e autonomi hanno evidenziato alcuni dubbi in vista del pros ...

Fineco, semestre con il turbo

La banca guidata da Alessandro Foti ha chiuso la prima metà dell’anno con una crescita a doppia c ...