Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

A
A
A
di Andrea Telara 9 Luglio 2018 | 09:56
Il settimanale Milano Finanza dedica un ampio servizio all’automazione delle filiali degli istituti di credito: un fenomeno che potrebbe subire un’accelerazione.

Oltre 58mila dipendenti in meno e quasi 5.800 sportelli tagliati. Sono i numeri che attestano il dimagrimento del settore bancario negli ultimi 10 anni. Tuttavia, come riporta il settimanale Milano Finanza che dedica un ampio servizio a questo fnomeno, in Italia il numero di filiali degli istituti di credito resta ancora alto: ogni 100mila abitanti ve ne sono ben 50 circa. Solo in Spagna e in Lussemburgo si registrano cifre più alte. Ora, però, secondo il servizio di Milano Finanza che ha interpellato diversi esperti del settore, il fenomeno dell’automazione e l’introduzione di procedure robotizzate potrebbe avere un’accelerazione. Lo dimostrano i  tagli messi in campo da alcuni big. Intesa Sanpaolo, per esempio, vuole chiudere ben 1.100 agenzie entro il 2021 mentre Mps intende eliminarne 700. Per entrambe le banche significa ridurre di un terzo l’intera rete. Il servizio di Milano Finanza ospita anche le opinioni di Maurizio Bufi, presidente dell’Anasf, secondo il quale nella consulenza finanziaria il contributo dell’uomo resterà sempre decisivo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti: guadagni e mandanti, alcuni luoghi comuni da sfatare

Consulente, la Fee Only Platform è lo strumento che cercavi

Consulenti, Assoreti e Enel insieme per la formazione Esg

NEWSLETTER
Iscriviti
X