Una sfida per diventare consulenti

A
A
A

Il nuovo contest per stage finalizzati all’assunzione di consulenti finanziari, al via le candidature per Milano

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti13 luglio 2018 | 15:18

Giovedì 19 e venerdì 20 luglio presso la sede Bonola di Intesa Sanpaolo circa 80 giovani laureati e laureandi in discipline economiche, finanziarie, bancarie e giuridiche, anche privi di esperienza lavorativa, parteciperanno a Make It Real, il contest aziendale della Banca. Si tratta della seconda edizione, dopo la prima che si è svolta a Torino. La prossima si svolgerà a Napoli a settembre, altre ne sono previste nel corso dell’anno in tutto il territorio nazionale.

I migliori potranno accedere ad uno stage formativo di sei mesi a seguito del quale, chi avrà conseguito il patentino di promotore finanziario, potrà essere assunto. Sono 500 le assunzioni previste con un innovativo contratto di tipo “misto” che coniuga in capo alla stessa persona, da parte dello stesso datore di lavoro, un rapporto di lavoro subordinato part time a tempo indeterminato con un parallelo contratto di lavoro autonomo di consulente finanziario, in una situazione ottimale in cui convivono lo spirito imprenditoriale e la stabilità data da una grande Banca. Intesa Sanpaolo è stata la prima ad applicare questo contratto in Italia, nell’ambito della Banca dei Territori, la rete retail del Gruppo.

“Make It Real è un format di reclutamento studiato per andare incontro ai giovani sostituendo le tradizionali fasi di selezione con interviste. Attraverso una due giorni di contest, i ragazzi hanno la possibilità di far emergere il proprio talento misurandosi a squadre su casi di studio appositamente creati a seconda delle diverse esigenze di reclutamento, in questo caso per la Banca dei Territori. È anche l’occasione per lavorare a stretto contatto con i manager e i valutatori di Intesa Sanpaolo”, ha commentato Roberto Cascella, Responsabile Direzione People Management & HR Transformation Intesa Sanpaolo.

“Il contributo dei giovani è determinante per conferire ancora di più alle nostre attività sul territorio la dinamicità che auspichiamo – ha dichiarato la responsabile della Direzione Personale e Change Management della Banca dei Territori, Virginia Borla. “Puntiamo a offrire un servizio integrato e completo ai nostri clienti. Ciò significa agire non in una logica di prodotto ma di bisogno, in termini quindi di consulenza e assistenza perché trovino sempre le risposte che cercano. Per questo adottiamo anche nella selezione delle persone sistemi di reclutamento attrattivi per i giovani, come Make It Real”.


1 commento

ARTICOLI CORRELATI

Credem sempre pronta al bagher

Fee only, sfondata quota 200

Consulenti, le istruzioni per conquistare i Millennials

Rendiconti Mifid 2, ecco i documenti assicurativi di Azimut

Reti e mutui, ecco i più convenienti

Credem, ora ti aiuta Emily

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Mediolanum, così parlò di Montigny al Fed

IWBank come il Milan di Sacchi

Azimut a Palazzo Mezzanotte, pronta per la nuova sfida

Consulente, per il cliente sei come Wikipedia

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Azimut, impennata degli afflussi

IWBank, give me five

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

ConsulenTia19, i momenti Anasf a Bologna

Ocf, la campagna tutta digitale a misura di consulente

Federpromm: allarme immobiliare per le famiglie

Fee only, più della forma conta la sostanza

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Consulenti: CheBanca! porta i manager nella città dei sassi

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

H2O e Allegro, un fondo dai due volti

Consulenti: tale cliente padre, tale cliente figlio

Consulenti: AcomeA vi spiega la Trade War

Sgr, reti e consulenti sotto la lente della Consob

I consulenti non sanno vendere le small cap

Polizze vita, tra i consulenti vanno a ruba

Consulenti, cresce la minaccia dei robo advisor

Oggi su BLUERATING NEWS: Mifid 2 sotto la lente

Mediolanum, la raccolta scala la marcia

Ti può anche interessare

Manovra, la pressione fiscale non scende

Niente cambia sul fronte del bilancio fiscale per imprese e famiglie ...

Azimut, si conclude il master sul passaggio generazionale

L’Università degli Studi di Brescia, Dipartimento di Giurisprudenza, e Azimut Capital Management ...

Fondi e commissioni di incentivo, la pacchia è finita

Con l’arrivo dei nuovi rendiconti Mifid 2, anche le ultime case di gestione italiane stanno rivede ...