Consulente, 8 modi per uccidere il tuo stile

A
A
A

Nella speranza che nessuno di questi possa entrare a fare parte delle vostre abitudini

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti17 luglio 2018 | 15:30

Ci siamo spesso dilungati nel raccontare metodi più o meno originali per ottenere un aspetto distintivo ed elegante. Se certamente non è semplice riuscire a creare un proprio stile originale e apprezzabile, un buon inizio risiede nel conoscere appieno quali siano gli elementi che potrebbero mandare a priori in soffitta questa nostra ambizione. Noi ne abbiamo selezionati otto comunemente riconosciuti come tali. Nella speranza che nessuno di questi possa entrare a fare parte delle vostre abitudini. Per il passato, invece, c’è sempre tempo per rimediare.

Arlecchino
Magari siete fan di Alberto Camerini, passi pure che l’immagine di Philippe Daverio vi rassicura, ma onestamente ci si può risparmiare dal fare da scala Pantone vivente. Ok i contrasti, ma Arlecchino è una maschera della commedia dell’arte, l’advisory non è nelle sue corde.

Il fardello del borsello
Questo incubo riguarda per fortuna solo l’universo maschile. La vita lavorativa moderna comporta evidenti necessità di trasporto, meglio veicolarle verso un’elegante 24 ore, magari in pelle. Non vi salti in mente di optare, per questioni di spazio, per l’orripilante “borsello da uomo”. Allontana il buon gusto, i clienti e persino il sesso opposto. Se proprio ve lo ha regalato la mamma, limitate il suo utilizzo alla raccolta del pastone per le papere quando andate in gita al lago.

Strappato, consumato, fico
Da un po’ di tempo ritroviano la curiosa usanza di fare passare come “trendy” o “look disinvolto” elementi quali: la giacca dalle mille toppe, la camicia stropicciata, le maniche sfilacciate, il pantalone scolorito e chi più ne ha più ne metta. No, non è moda, tutto ciò è semplicemente sciatto.

Scarpe inadatte
Il sopra perfetto. Giacca, Tailleur, quello che volete. Poi un bel pantalone o una gonna elegante. Infine…un bel paio di scarpe da tennis. Vi sembra un bel modo per finire il racconto? Non si sa per quale principio, ogni tanto capita di vedere associati outfit impeccabili a calzature improponibili. Evitate.

Make up pesante
Una cura del proprio viso è apprezzabile, sia per l’uomo che per la donna. La parola d’ordine è, come sempre, non eccedere. Qualche esempio? Un ombretto dal colore troppo acceso, un chilo di cerone. O un uomo con le sopracciglia ad ali di gabbiano.

Occhiale forever
Ammettiamolo, l’occhiale da sole è un ever green in termini di fascino. Basta non indossarli in prossimità di un temporale o peggio ancora al chiuso. In questi casi è un attimo passare per ridicoli o per chi deve celare forzatamente le occhiaie da hangover.

Profumi eccessivi
Abbiamo spesso parlato di fragranze su queste pagine. Indossarle è un piacere, farci il bagno è una cafonata.

Trasparenze, intimo e dintorni
Questo è un tema che coinvolge maggiormente il pubblico femminile. Sul lavoro la trasparenza non è molto elegante, così come il fatto che un capo lasci intravedere il proprio abbigliamento intimo. Per gli uomini occhio invece al classico problema del “calzino corto che spunta dal pantalone”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il “buy” del consulente – 17/10/18, da Elica a Prysmian

Consulenti, un webinar sulle ali dell’indipendenza

Consulenti: fenomenologia dello spirito associativo

Consulenti: ok tutele, ma che costi

Consulente, conoscere la professione a Pavia

Sorpresa IW Bank, Di Muro nuovo dg

Banca Generali batte la volatilità

Widiba sulla via (di) Augusta

Rivivi il webinar: “Certificati Bonus Cap: le peculiarità di questo strumento di investimento”

Credem, l’educazione si tinge di rosa

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Ultima chiamata per ConsulenTia18

Pesca grossa da Mps per Banca Euro

Il “buy” del consulente – 21/09/18, da Enel a Gamenet

Appunti sparsi sulla convention di Widiba

Consulenti, cosa vendono quelli delle Poste

Bufi (Anasf) risponde alle accuse del consulente

Anasf, il j’accuse di un consulente finanziario

Consulenza, non è mai troppo tardi per imparare

Il “buy” del consulente – 18/09/18, da Enel a Ovs

Consulenti, la prima volta di DB FA

Il “buy” del consulente – 17/09/18, da Banca Generali a La Doria

Mediolanum, gli afflussi navigano in acque tranquille

Consulente, poche regole per una camicia elegante

Alcune irregolarità, la sanzione è la sospensione per un cf Mediolanum

Consulenti, 5 consigli per ripartire al top

Consulenti, qualche dritta per la pensione anticipata

Consulenti, la formazione orientata all’utente finale

Consulenza, la formazione al servizio dell’industria

Consulenti, la tv di Instagram è un’occasione

I gruppi a misura di consulente su LinkedIn

Consulenti, la cultura fa la differenza

Anasf cala il tris nella formazione

Ti può anche interessare

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Il quotidiano Mf riassume un report della nota società di consulenza che parla di “rinascita” d ...

Widiba, già 500 richieste per la filiale in 3D

Ieri il lancio ufficiale delle agenzie bancarie in virtual reality. L’obiettivo è consegnare le p ...

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Un consulente dell'istituto altoatesino ha promosso gestioni Forex non autorizzate, ecco la posizion ...