La guerra al contante? È un errore

A
A
A

La guerra al contante, che poggia le proprie ragioni sul contrasto all’evasione fiscale e al riciclaggio, non può non tenere conto di altri rischi in cui si incorre affidandosi in toto alla tecnologia.

Marco Muffato di Marco Muffato20 luglio 2018 | 09:33

Lo scorso 1 giugno un blocco di alcune ore delle carte di credito Visa ha generato notevoli difficoltà in molti Paesi europei. Non è che stiamo andando incontro a rischi rinunciando al contante?
M. V., Milano

La domanda pone una questione niente affatto da sottovalutare. La guerra al contante, che poggia le proprie ragioni sul contrasto all’evasione fiscale e al riciclaggio, non può non tenere conto di altri rischi in cui si incorre affidandosi in toto alla tecnologia. Evasione e riciclaggio si servono solo in parte del contante, la cui abolizione pertanto non basterebbe, ma soprattutto l’assenza o scarsità di contante porta a correre rischi poco percepiti dal grande pubblico dei consumatori.La Banca centrale svedese, nazione in cui ormai si usa quasi esclusivamente il danaro virtuale, ha di recente constatato la scarsità di monete e banconote specie al nord, e ha evidenziato che ciò comporta rischi in caso di catastrofi naturali o tecnologiche. Se appunto bastano poche ore di blocco a un singolo emittente di carte di credito per provocare forti disagi, figurarsi cosa accadrebbe in scenari peggiori. Inoltre i mezzi pubblici di pagamento sono controllati da soggetti privati e ciò può diventare un problema in particolare in situazioni di crisi. Non solo: quanto descritto rappresenta un pericolo anche in relazione alla gestione dei dati personali. Insomma sarebbe meglio osservare il tema del contante sotto diversi aspetti prima di sancirne la conclusione.


1 commento

  • Giulio says:

    Quindi continuiamo a spostarci a cavallo perché le automobili si possono rompere? Facciamo le scale per evitare gli ascensori? Andiamo a Londra in vaporetto? E soprattutto, continuiamo a tenerci i 140 mld di evasione e di massacrare di tasse i lavoratori? Ma per favore…

ARTICOLI CORRELATI

“Good news” per i possessori dei Buoni postali 1986

Supermulta perché manca clausola di non trasferibilità

SPORTELLO ADVISORY – Che rogna incassare un postdatato

Le polizze abbinate ai mutui rientrano nel calcolo del tasso usurario

Super multa per assegno senza clausola di trasferibilità. Che fare?

Carta di credito nel C.A.I. Che fare?

Versato assegno postdatato? L’operazione va stornata

Cointestatario incassa buono postale all’insaputa degli altri: il rimedio c’è

Etf esteri, che ingiustizia le due tasse sui dividendi

SPORTELLO ADVISORY – Il destino crudele di un iscritto al Cai

Pagamenti online, l’importanza di ricevere gli sms

Arriva l’arbitro Ivass per i contratti assicurativi

Servizi di pagamento, la banca responsabile in caso di frodi informatiche

Bond cointestati, giusto ricorrere

Aggravamento del rischio di titoli negoziati: l’intermediario deve informare il cliente

Bond, il credito d’imposta c’è anche nel mancato rimborso

Opzioni binarie, proibita la vendita al retail ma il problema degli abusivi rimane

La banca deve informare se il rischio cresce

Obbligo di rendicontazione trimestrale del dossier titoli? Attenti all’equivoco

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Addebito capital gain dovuto, nessun indennizzo per il cliente

Portugal Telecom, le banche dovevano informare

Come sono tassate le prestazioni dei fondi pensione per un residente all’estero?

Ammissioni al passivo ex popolari venete, istruzioni per l’uso

Ritardi nel rilascio della certificazione delle minusvalenze, la banca è responsabile

Il punto sulle fideiussioni omnibus

Quelle comunicazioni invisibili nell’home banking

Ingiusto pagare i costi di verifica di assegni circolari

Se il datore di lavoro non versa i contributi: il disastro FondInps

La tassazione di Bitcoin e dintorni

Quel bond strutturato acquistato in execution only

Opzioni binarie, Esma in campo contro i broker

Vicenda Portugal Telecom – Oi Brazil, svolta in arrivo per gli obbligazionisti

Ti può anche interessare

La lezione veneta di Copernico Sim

Un nuovo incontro sul territorio dedicato all'approfondimento ...

Tutto quello che avreste voluto sapere su come iscriversi al nuovo Albo (ma non avete mai osato chiedere)

5 domande e 5 risposte per fugare ogni dubbio ...

Consulenti, una nuova vita da indipendente

Quali sono le premesse necessarie per affrontare la sfida di lanciarsi nel mondo “fee only” senz ...